La conciliazione paritetica a tutela dei consumatori

Sono sempre più numerosi i consumatori-utenti che si rivolgono alla nostra Associazione – ha affermato Marina Festa, Presidente Provinciale dell’Adiconsum di Matera – che ci segnalano disservizi, truffe o raggiri da parte di call center e delle società telefoniche e dell’energia, luce e gas. Per la telefonia le lamentele più diffuse, come già evidenziato in altre occasioni, riguardano le continue variazioni dei costi di abbonamento, l’attivazione di servizi non richiesti, la mancata lavorazione della disdetta o la ritardata o mancata migrazione verso altro operatore e i costi di abbonamento non c orrispondenti a quanto concordato in fase contrattuale.
Per le forniture i luce gas molte segnalazioni riguardano la non applicazione della Legge n. 205/2017 che prevede la riduzione da 5 a 2 anni del periodo entro il quale si prescrivono i consumi di energia elettrica, gas e acqua, la mancata disattivazione della fornitura richiesta dal
cliente e errori di fatturazione e conguaglio. Alcuni consumatori – ha continuato Marina Festa – ci hanno segnalato di aver ricevuto una
telefonata da un operatore che si è presentato come responsabile dell’Adiconsum suggerendo al malcapitato di cambiare il fornitore dell’energia con un altra società da lui proposta perché era più conveniente. A seguito di tali segnalazioni abbiamo comunicato che l’Adiconsum è estranea a tali fatti.
A fronte di tali controversie è possibile attivare attraverso l’Adiconsum, o altre Associazioni dei consumatori, la conciliazione paritetica per porre fine di trovare una soluzione che soddisfi le parti, senza dover ricorrere alle aule dei tribunali. La procedura di conciliazione paritetica, è obbligatoria, può essere attivata dai consumatori, dopo aver presentato un reclamo che è rimasto inevaso o nel caso in cui la risposta
non è soddisfacente.
Per informazioni e assistenza è possibile rivolgersi a : Adiconsum Matera, Via Ettore Maiorana 31, tel. 085330538, cellulare 3206207394, e-mail matera@adiconsum.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *