La Coserplast Openet riprende la preparazione in vista della difficile trasferta di Avellino

PedroPiedi per terra in casa Coserplast Openet. Nonostante una classifica gratificante, la squadra non si culla sugli allori e si rituffa come suo costume sul lavoro. L’esperienza insegna che solo alla fine del girone di andata si possono trarre indicazioni attendibili sulle potenzialità della squadra, e le operazioni di rafforzamento poste in essere da alcune società sul mercato confermano che il cammino verso la salvezza sarà ancora duro ed insidioso. Di certo resta la buona impressione destata dalla compagine materana per la qualità del gioco espresso , e probabilmente esistono ancora margini di miglioramento consistenti. Il clima è sereno e questo è un dato positivo.

L’avversario di turno sarà la Sidigas HS Avellino, una delle formazioni accreditate dei favori del pronostico all’inizio del campionato. Le dimissioni del cda nella settimana scorsa e l’annuncio di revoca del contratto di sponsorizzazione da parte del co-sponsor HS sicuramente segnalano una situazione in fermento. Sono state ufficializzate le cessioni del forte opposto slovacco Bencz e dello schiacciatore Santucci

rispettivamente a Milano e Corigliano. Di certo, comunque una formazione che vanta tra i suoi giocatori atleti del calibro del talentuosissimo Scappaticcio, di Libraro, Fortunato, Paris ed altri non può essere sottovalutata, sarebbe per la Coserplast Openet un errore madornale. La Pallavolo Matera andrà ad Avellino consapevole di dover giocare al meglio per sperare di portare via punti, e si augura comunque che la società campana risolva al meglio le proprie problematiche. La piazza campana è estremamente importante nel panorama pallavolistico nazionale ed in particolare per la pallavolo del sud. Nel pomeriggio Mastrangelo condurrà il consueto allenamento tecnico al Palasassi, in cui saranno anche valutate le condizioni fisiche non ottimali dei fratelli Sette.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *