La Dia di Lecce sequestra beni di 700mila euro ad un imprenditore di Nardò

La Dia di Lecce ha sequestrato circa 700mila euro ad un imprenditore di Nardò, Francesco Russo, 60 anni, già condannato negli anni scorsi per tentata estorsione, rapina, sequestro di persona e porto illegale di armi da fuoco. Russo, secondo gli inquirenti, sarebbe molto vicino al clan Padovano. Il sequestro riguarda una villa di 540 mq, due locali commerciali, 7 terreni per 50 are, 4 conti correnti bancari, 2 autovetture di grossa cilindrata.

Il provvedimento è stato eseguito sulla base di un decreto emesso dal Tribunale di Lecce a seguito della proposta di misura patrimoniale avanzata dalla Dia che, ad indagini concluse, ha evidenziato l’evidente e marcata sproporzione tra i redditi dichiarati, piuttosto esigui, e l’ingente patrimonio riconducibile a Russo, risultato intestato a parenti stretti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *