La Federazione provinciale dei dottori in Scienze Agrarie e Forestali di Matera a sostegno del comitato pro ferrovia Matera-Ferrandina

La Capitale Europea della cultura 2019  ha forse ritrovato in sé tutte le sinergie per essere finalmente collegata  alla rete nazionale della ferrovia dello Stato? La Matera-Ferrandina: una realtà per la Città dei Sassi? Sarà la volta buona?.
Le vicende del passato ad oggi purtroppo non hanno ancora permesso il collegamento e le mancate promesse, che sanno di beffa, bruciano ancora. Gli scettici si dichiaranorassegnati e qualunque notizia non convince.
Si legge dell’impegno del Governo e dei parlamentari regionali dei vari schieramenti. L’ottimismo imperversa e la popolazione vive i nuovi stimoli che hanno permesso la ripresa del dialogo sull’argomento rimettendo, così, in moto sopiti interessi della  politica locale riaccesi grazie alla nomina di Matera capitale europea delle Cultura 2019 e al conseguente interessamento di alcune associazioni culturali e professionali.
E’ in tale contesto che la Federazione provinciale dei dottori in Scienze Agrarie e Forestali di Matera, attraverso il suo presidente, Emanuele D’Adamo, interviene a sostegno del comitato pro ferrovia per Matera. E, richiamando quanto asserito dall’esperto di trasporti ed infrastrutture,prof. Gattuso: “se c’è la volontà, la Matera Ferrandina può essere completata entro il 2019 ed a costi  inferiori a quelli stimati”, la Fidaf materana dichiara diaffiancaree di dare tutta la propria disponibilità a partecipare attivamente alle iniziative che proporrà il Comitatoper il completamento della tratta ferroviaria riunitosi nei giorni scorsi a  Ferrandina.
Infine, richiamando quanto ufficialmente espresso ieri dall’assessore regionale all’agricoltura, Luca Braia, “la Matera-Ferrandina rappresenta prima di tutto un diritto della comunità materana ad esercitarlo al pari degli altri capoluoghi italiani” il presidente Fidaf, Emanuele D’Adamo, ritiene che il collegamento potrà essereutile anche per lo sviluppo economicodel settore primario con particolare riferimento alla filiera cerealicolapermettendo l’immissione su rete nazionale FS dei trasformati e del noto “Pane di Matera”.

Presidente Fidaf
Dr. Emanuele  D’Adamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *