La Fiba Cisl sostiene la campagna per la tassazione delle transazioni finanziarie

La Fiba Cisl Basilicata aderisce alla campagna nazionale per l’istituzione di una tassa sulla speculazione finanziaria. La campagna “Zerozerocinque” è promossa da una cinquantina di associazioni, tra queste Fiba Cisl e Adiconsum Cisl, e si propone, attraverso una raccolta firme, di sostenere la proposta di istituire una tassa dello 0,05% sulle transazioni finanziarie. Sul sito www.zerozerocinque.it è possibile sottoscrivere l’appello e sostenere attivamente la campagna. L’obiettivo è arrivare ad almeno 5 mila firme per chiedere al governo italiano di perorare la causa in sede europea e internazionale. La stessa Commissione europea si è già avviata su questa strada con una propria proposta. “La battaglia sulla tassazione della speculazione finanziaria è una cosa buona e giusta che, a fronte di un modesto contributo, pari ad una tazzina di caffè ogni 2 mila euro di titoli, avrà enormi benefici per la vita quotidiana di milioni di cittadini”, spiega il segretario della Fiba Cisl Basilicata, Gennarino Macchia. “Si è calcolato che con una modesta aliquota dello 0,05% – continua il segretario lucano della Fiba – questa tassa può generare un gettito a livello globale di 650 miliardi di dollari ogni anno e 200 miliardi di euro solo in Europa. Pensate quanti interventi sarebbero possibili con tutte queste risorse nel campo delle politiche sociali, della cooperazione allo sviluppo, della tutela ambientale e delle stesse politiche anti-crisi. È bene ricordare – aggiunge Macchia – che la crisi economica internazionale nasce dalle banche e dalle alchimie dei mercati finanziari ed è pertanto moralmente giusto che chi ha messo a soqquadro il mondo contribuisca a risollevarne le sorti con una tassa ad hoc, peraltro di modestissima entità se paragonata al valore giornaliero delle transazioni speculative”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *