La giovane Sapa Matera cede le armi

Sbaglia l’approccio alla gara la giovane SAPA di coach Cotrufo ed il Maddaloni non le lascia scampo. La gara si decide nel primo quarto quando la squadra lucana è sembrata timorosa dei referenziati e più quotati avversari. Forse l’unica giustificazione è data dal fatto che i viaggianti sono giunti a Maddaloni nonostante le avverse condizioni climatiche, dopo un lungo viaggio sotto la neve e, quindi, essendo partiti alle 11.00, hanno avuto tempi lunghi per “carburare”, ma ciò nulla toglie alla squadra di coach Castaldo leader indiscussa del torneo che ha meritato la vittoria senza ombra di dubbio. Per i ragazzi di Cotrufo si è trattato di un test per valutare i progressi fatti dalla squadra da inizio campionato in funzione delle prossime gare che serviranno al raggiungimento della matematica salvezza, ormai ad un passo.

Dopo aver omaggiato i padroni di casa con il noto “pane di Matera”, la gara ha inizio con i materani impacciati e fermi sulle gambe mentre i padroni di casa assumono il ruolo della capolista e, con un gioco fisico e senza sconti, raggiungono a metà quarto 10 punti di vantaggio. Il gap tra le squadre aumenta fino a toccare +15 (26-11) con un canestro di Chiavazzo allo scadere.

Il secondo quarto di gare vede una sostanziale equità tra le squadre (15-14), con gli ospiti che ogni qual volta si avvicinano vengono rimessi a debita distanza dai padroni di casa. Frazione che porta le squadre al riposo lungo sul 41-25. Al rientro in campo i giovani materani hanno una reazione d’orgoglio, mettendo in difficoltà gli avversari. A questo punto Visnijc prende la squadra per mano e grazie alla sua esperienza induce i giovani avversari a falli che gli consentono numerose realizzazioni dalla lunetta (al termine della gara, per lui 21 punti di cui 13 da tiri liberi). Nel finale di quarto i locali danno un break agli avversari portandosi sul +19 (67-48).

Nonostante il consistente vantaggio coach Castaldo non rischia i suoi giovani, temendo il ritorno di una squadra giovane e spregiudicata come il Matera. Infatti nell’ultimo quarto mostrano maggiore freschezza atletica applicando un pressing a tutto campo che porta i viaggianti ad un immediato recupero. Ma Maddaloni è squadra esperta e riesce a mantenere gli ospiti a debita distanza chiudendo in match sul 90-76. Nessun dramma nello spogliatoio ospite, come conferma il pivot Giovanni Larocca: “Dobbiamo metabolizzare questa gara e passare con la testa a mercoledì dove, contro il Capua, ci aspetta una gara importante. Ci tenevamo a fare bella figura con la capolista, potevamo fare decisamente meglio, ma siamo entrati in campo poco concentrati, ed il Maddaloni ci ha puniti. Poi il gap della prima frazione ce lo siamo portati dietro per l’intera gara”. Mercoledì, infatti, alle 19.00 in Montescaglioso si disputerà la gara di recupero contro il Capua.

Questo il tabellino di gara:

ROYAL BINGO MADDALONI – SAPA ZETA SYSTEM MT 90-76

SAPA ZETA SYSTEM MT: Acito 8, D’Ercole 12, Larocca 13, Losito, Resta G. 7, Resta D. 12, Vignola 11, Centrone 4, Tralli, Decempirale n.e., Passarelli, Radovic 9. Coach Cotrufo.

ROYAL BINGO MADDALONI: Bove D. n.e., Del Prete 6, Di Somma, Bove A. 11, Visnjic 21, Carangelo, Garofalo 11, Salanti n.e., Rusciano 7, Chiavazzo 17, D’Isep, Ferrante 17, All. Castaldo

Parziali: 26-11; 15-14 (41-25); 28-23 (69-48); 21-28 (90-76).

Arbitri: Scognamiglio di San Sebastiano al Vesuvio (NA) e Selvitella di Napoli..

Note: usciti per 5 falli D’Ercole (32’), Resta G. (34’), Resta D. (38’).

Spettatori: 100 circa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *