La Pattinomania Matera alle finali nazionali Under 17 e Under 20

La Pattinomania ha concluso al quarto posto l’esperienza di coppa Italia sia con l’under 13 che con l’under 15. La prima è stata sconfitta, in semifinale, dal Sandrigo per otto a zero, stesso discorso per gli atleti dell’under 15 che sono stati superati dal Bassano per cinque a zero. Alla fine per le due compagini della società materana è stata un’ottima esperienza, entrambe hanno dimostrato di essere cresciute e che il lavoro svolto dai tecnici lucani sta cominciando a dare buoni risultati.

“E’ iniziato un nuovo ciclo e speriamo che tra qualche anno possa portare gli stessi risultati ottenuti in passato, quando abbiamo vinto diversi campionati giovanili – ha spiegato Enzo Viti, tecnico dell’under 13 e responsabile del settore giovanile della Pattinomania Matera.

La competizione che si è svolta lo scorso week-end a Trissino ha evidenziato, però, la differenza di preparazione tra le squadre del sud e quelle del nord Italia, dove i gironi sono composti da più club, quindi gli atleti giocano più gare e fanno maggiore esperienza. Purtroppo, al sud non ci sono tante squadre impegnate in questo sport, quindi ogni anno siamo costretti a disputare campionati giovanili che durano pochissimo, prima di approdare alle fasi nazionali ed incontrare compagini già ampiamente rodate. Questo aspetto ci penalizza molto”.

Intanto l’under 20, allenata da Daniele Persia, sarà impegnata per le finali nazionali di campionato, che si svolgeranno dal 31 maggio al 2 giungo a Valdagno; il team materano si confronterà, nel girone B, con il Follonica, il Bassano e il Villa Oro Modena. In pista anche l’under 17, del tecnico Davide Santeramo che, sempre a Valdagno, dal 31 maggio al 2 giugno, giocherà le finali di categoria incontrando il Forte dei Marmi, il Bassano e il Villa d’Oro Modena. “Sia con l’under 17 che con l’under 20 l’obiettivo principale sarà di fare bella figura – ha concluso Viti. Ci crediamo perché entrambi i gruppi sono molto affiatati e consapevoli di dover incontrare formazioni blasonate”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *