La Procura della Repubblica di Bari avvia indagini sugli appalti per lo smaltimento e raccolta dei rifiuti

La Procura di Bari ha avviato le indagini sull’affidamento degli appalti per lo smaltimento e raccolta dei rifiuti alle società incaricate dalle pubbliche amministrazioni pugliesi. Lo ha detto il procuratore della Repubblica di Bari, Giuseppe Volpe, intervenendo oggi a Bari alla presentazione del rapporto di Legambiente, ‘Ecomafia 2016′. E’ intervenuto anche il sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Bari, Renato Nitti.
“L’Anac (Autorità nazionale anticorruzione) aveva segnalato che ci sono stati dei ritardi e degli inadempimenti da parte della Regione e di molte amministrazioni comunali che avevano rinnovato gli appalti per lo smaltimento e la raccolta dei rifiuti. E su questo non posso dirvi nulla che riguardi le indagini”, ha spiegato Volpe ai giornalisti a margine dell’incontro. Nitti, invece, ha spiegato che “il punto di partenza è il sospetto che vi siano infiltrazioni criminali nelle società che si occupano della gestione dei rifiuti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *