La Storia di Esther

L’Associazione Culturale TIASO, insieme al gruppo musicale ‘Freilach Ensemble’, ha presentato questa mattina presso la Sala Giunta del Comune un’opera teatrale per celebrare la Giornata della Memoria del 27 gennaio.

‘La storia di Esther’, questo il nome della rappresentazione liberamente tratta dal romanzo ‘La tavola calda’ di Isaac Singer, il più noto scrittore di lingua yiddish, narra di una giovane donna ebrea scampata allo sterminio, che tenta con enorme fatica di ricostruirsi un’esistenza al di là dell’oceano, negli Stati Uniti, non senza sacrifici e dolore, pur mantenendo costante un’ estrema sobrietà nella narrazione.

La regista Anna Claudia Scammacca, insieme ad uno degli attori Marco Bileddo, ha messo in luce le difficoltà oggettive che sono sorte nel dover inscenare un’opera che non nasce come testo teatrale, bensì come testo letterario.

Nonostante ciò, tuttavia, non passa inosservata la bravura degli attori, alcuni dei quali si sono trovati per la prima volta alle prese con il teatro, come, ad esempio, la giovanissima protagonista Chiara La certosa, appena diciottenne.

Il ringraziamento doveroso da parte dello staff, oltre che all’amministrazione comunale della città di Matera, va al Villaggio del Fanciullo, che ha messo a disposizione i suoi locali per le prove, anche negli orari più impensabili.

Quest’opera, che andrà in scena il 28 gennaio presso il Cine-Teatro Comunale di Matera, oltre che al testo stesso, deve la sua grande intensità alla scenografia, alle luci, ai colori, e alla presenza della musica dal vivo, che regaleranno allo spettatore un’atmosfera unica.

Adele Ruggieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *