L’Adiconsum Basilicata lancia l’allarme ‘Rabatana’

Con l’avvicinarsi della stagione turistica, e per salvaguardare l’incolumità dei cittadini di Tursi (MT), occorre sistemare immediatamente la strada che collega quel Comune con il centro storico della Rabatana che in questi ultimi anni è divenuto un polo di riferimento turistico e culturale per i visitatori che arrivano in Basilicata. “L’accessibilità ai luoghi – ha affermato Angelo Festa, Segretario Generale dell’Adiconsum di Basilicata – unitamente alla cordialità dei residenti e all’ospitalità degli operatori turistici rappresenta senza dubbio la carta vincente per un turismo di qualità”.

Tursi si fregia del titolo di Città di Albino Pierro, ricca di bellezze artistiche tutte da visitare, come ad esempio la Chiesa di Santa Maria Maggiore, proprio in Rabatana, o il Santuario di Anglona, ma nel contempo presenta alcune criticità infrastrutturali che incidono negativamente sulla valutazione proposta turistica. Al fine, quindi, di potenziare la qualità dei servizi occorre in primo luogo assicurare una buona viabilità ai pedoni e agli automobilisti con una sinergia fra l’Amministrazione Comunale di Tursi e l’Amministrazione Provinciale per sistemare le strade e l’arredo urbano con particolare riferimento alla strada provinciale che porta alla Rabatana che è pericolosa, piena di buche, senza segnaletica e senza barriere di contenimento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *