L’Arpab ancora senza direzione, la nota di Cifarelli

E’ intollerabile quanto pericoloso che l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Basilicata sia ancora senza guida”. E’ quanto ha dichiarato il Capogruppo del Partito Democratico in Consiglio Regionale Roberto Cifarelli. “Dal 22 giugno la più importante e delicata Agenzia lucana non ha più un legale rappresentante in quanto il Direttore tecnico-scientifico facente funzioni, che dall’8 marzo aveva assunto anche le funzioni di Direttore Generale dopo le dimissioni forzate dell’avv. Tisci, per legge è decaduto. Eppure, prosegue Cifarelli, sono trascorsi quasi tre mesi da quando le candidature pervenute sono state trasmesse alla commissione che deve valutarle e Fp CGIL, Cisl Fp, Uil Fpl Fsi e Fials hanno già proclamato lo stato di agitazione e da lunedì prossimo i lavoratori, cui va tutta la nostra solidarietà, assicureranno solo i servizi essenziali. Possibile che Bardi non si renda conto dell’importanza di ARPAB per la sicurezza dei lucani? Cosa aspetta a nominare il nuovo Direttore Generale? Non osiamo immaginare cosa accadrebbe se dovesse scoppiare una qualunque emergenza ambientale nei centri olio della Val d’Agri o di Tempa Rossa oppure in una delle tante industrie sparse per il territorio della Basilicata. L’indecoroso spettacolo offerto dal centrodestra perennemente in crisi politica –conclude il Capogruppo dei Dem- sta mettendo a rischio la salute dei cittadini, e questo è intollerabile. Per chi come Bardi, si ritiene “prestato” alla politica, non è dignitoso tirare a campare. L’interesse dei lucani, e soprattutto della loro salute, vale molto di più di qualunque equilibrismo politico. Ad un certo punto occorre avere coraggio e scrivere la parola “fine” a questo teatrino”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *