Lavori di pulizia ad Avigliano, la critica di FdI-AN

E’ bastata la concomitanza di due feste patronali per mandare in tilt l’ efficienza della macchina amministrativa del Centrosinistra di Avigliano. Il riferimento è alle festività svoltesi la scorsa settimana in onore dei Santi Patroni delle frazioni di Possidente e S. Nicola. E’ stata questa l’ ennesima occasione per aver un saggio del modus operandi dell’ amministrazione comunale, la quale ha usato, in maniera palese, due pesi e due misure nello svolgere i tradizionali lavori di pulizia e taglio dell’ erba nei due centri abitati.
In questo caso a farne le spese è stata la piccola comunità di S. Nicola, frazione posta sull’ asse della Potenza-Melfi, nella quale, stante ai cittadini del luogo, sarebbe stato espletato solo il taglio dell’ erba nello spiazzo antistante alla Chiesetta del Santo Patrono e per giunta solamente nella mattinata di sabato 4 giugno, dunque alla vigilia della festività. A quanto pare a nulla sarebbero valse le richieste fatte con largo anticipo agli amministratori comunali da parte dell’ Associazione S. Nicola – la quale per l’occasione si costituisce Comitato per la festività patronale – dal momento che la piccola comunità ha visto a stento riconosciuti i propri diritti.
Un trattamento diverso è stato riservato alla frazione di Possidente, dove i lavori si sono svolti con solerzia ed in largo anticipo. Proprio questa disparità di trattamento ha indispettito non poco alcuni cittadini di S. Nicola, i quali hanno manifestato tutta la loro amarezza per quanto accaduto. E’ questo un episodio certamente da stigmatizzare dal momento che oltre ad alimentare malumori nella popolazione giustifica la sensazione, a questo punto fondata, che ci siano cittadini e comunità di prima serie ed altri di seconda categoria, quasi fossero figli di un dio minore.
Avendo avuto prova del modo di operare del Centrosinistra aviglianese non siamo affatto meravigliati da questo episodio. L’ amministrazione, abituata a ragionare in termini meramente elettorali, deve aver reputato prioritario mandare i propri lavoratori nella frazione di Possidente, una delle più popolose del Comune di Avigliano. Dal canto suo la già piccola comunità di S. Nicola paga il fatto di essere divisa in tre Comuni: Avigliano, Pietragalla e Potenza, cosa che non gli permette di avere un proprio rappresentante in Consiglio comunale, a quanto pare la sola strada per far valere i propri diritti. Lo sanno bene i possidentesi, i quali hanno visto premiato lo sforzo sostenuto durante l’ ultima campagna elettorale, tornata che, per onor di cronaca, ha decretato l’ elezione di ben tre consiglieri comunali residenti nella frazione o in prossimità di essa, di cui due eletti tra le fila dell’ opposizione ed uno in quelle della maggioranza. In altri termini, come ebbe a dire il grande oratore latino: “Cicero pro domo sua”.

Nicola Margiotta, Portavoce Fratelli d’ Italia – Alleanza Nazionale, Città di Avigliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *