Lavoro, sostenere l’agevolazione dell’accesso al credito da parte delle PMI

“Sostenere l’agevolazione dell’accesso al credito da parte delle PMI, mediante l’attuazione di interventi in garanzia effettuati attraverso propri fondi dedicati in collaborazione con i consorzi fidi regionali dell’industria, dell’artigianato e della cooperazione. Mettere in campo dei fondi di garanzia regionale che finalizzino la creazione ed alla crescita d’impresa, anche attraverso forme di capitalizzazione della medesima, nonché alla internazionalizzazione delle PMI regionali. Tutto ciò a vantaggio della creazione di nuovi posti di lavoro conditio ad uno sviluppo integrato della stessa regione”. E’ quanto sostiene Giuseppe Giordano, segretario regionale dell’UGL Basilicata metalmeccanici per il quale, “nella Regione Basilicata c’è necessità di valorizzare e sostiene il sistema dei consorzi fidi regionali dell’industria, dell’artigianato e della cooperazione, mediante la costituzione di un fondo regionale di controgaranzia, destinato ad aumentare le capacità dei fondi di garanzia per facilitare un alto volume di investimenti indirizzati all’innovazione tecnologica, ambientale, e per la sicurezza, con un mercato finanziario conveniente ed accessibile. A parere dell’UGL – prosegue Giordano – necessita promuovere le relazioni delle imprese con i nuovi necessari protagonisti per lo sviluppo: Università, Enti di Ricerca, regionali ma anche nazionali ed internazionali; e accanto ad esse l’organizzazione e la qualificazione del rapporto con le reti di attività professionali e di sevizi qualificati dove l’economia regionale mostra ancora una “bilancia commerciale negativa”. Nel territorio lucano vi è la necessità di vedere la evoluzione verso un nuovo sistema produttivo da promuovere con la qualificazione generale di buona impresa, buon lavoro dipendente tecnico specializzato a buon lavoro autonomo professionale. Bisogna sostenere investimenti sulla qualità del territorio produttivo, su un nuovo carattere del radicamento dell’impresa nel territorio. La Basilicata insomma – aggiunge il segretario dell’UGLM, Giordano – richiede risposte concrete a nuove esigenze di produttività e competitività del territorio. Promozione di ”reti per il territorio”: dalla rete del credito a quella importantissima della ricerca industriale e del trasferimento tecnologico nelle Università e negli Enti di Ricerca; dalla rete delle nuove infrastrutture telematiche avanzate che serve a trainare gli investimenti su un più ampio utilizzo dell’energia per mettere a disposizione del sistema regionale energia più efficiente e pulita e meno costosa per le imprese e per i cittadini. Ciò per l’UGL è possibile per far ripartire l’occupazione in Basilicata – conclude Giordano -, se la Regione sostiene progetti relativi ad interventi di informazione, formazione, studio e ricerca, promozione per la diffusione di conoscenze sugli strumenti finalizzati alla capitalizzazione di impresa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *