Le mostre fotografiche di Notarangelo approdano a Vigevano

Per iniziativa del Comune di Matera e in collaborazione dell’Associazione Pasolini di Matera e L’associazione Culturale delle Genti Lucane, si è svolto venerdì 24 e sabato 25 Febbraio il GEMELLAGGIO CULTURALE VIGEVANO-MATERA, al quale hanno partecipato i sindaci delle due Citta’Andrea Sala e Salvatore Adduce con gli Assessorati alla Cultura. La prima giornata si è svolta il 24 nella Sala Consiliare del Comune di Vigevano dove c’è stato l’incontro delle delegazioni dei due comuni gemellati. A seguire nell’Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano c’e’ stata la rappresentazione delle Tradizioni Lucane e lomelline con canti popolari dal vivo e degustazione dei prodotti Lucani.

Sabato 25 Febbraio, sempre in presenza dei due sindaci, si è inaugurata presso la sala ‘Cavallerizza’ di Vigevano, nel complesso del suggestivo Castello Sforzesco, le due Mostre fotografiche di Domenico Notarangelo, ‘IL POPOLO DI LEVI’ e ‘IL VANGELO SECONDO MATERA’.

Il successo è stato possibile grazie all’organizzazione dell’Associazione Culturale delle Genti lucane. Nel weekend, infatti, massiccia presenza di visitatori (quasi 1000 persone), a testimonianza del grande interesse della storia, della cultura e delle Tradizioni Lucane nel Nord Italia, molti dei quali sono immigrati materani e della comunità alianese, che ha rivisto negli scatti di Notarangelo la presenza dei loro parenti e nonni.

La mostra sul Vangelo di Pasolini è in giro per l’Italia già da 5 anni, ed ha toccato importanti città come Roma, Bologna, Perugia, Matera, Adria, Casarsa, arrivando anche in Croazia. Quella del ‘Popolo di Levi’ ha fatto già tappa ad Aliano, Matera, Potenza e in seguito esporrà in altre città del Nord Italia come Pavia e a Novara.

L’Associazione Pasolini di Matera è soddisfatta dei risultati ottenuti in queste manifestazioni e continuerà ad organizzare altre iniziative di rilevanza nazionale ed altri Progetti per dare anche un solido contributo alle Iniziative del Comune di Matera che rientrano nel Progetto MATERA 2019.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *