La Lega Navale riapre con la benedizione della Madonna di Loreto

Anche quest’anno la Sezione della Lega Navale Italiana di Matera-Castellaneta sarà presente ed attiva sulle coste Joniche appulo-lucane con numerose ed interessanti iniziative tutte legate tra loro dalla passione e dall’amore per il mare e per la nautica.
Ha riaperto domenica 6 luglio la base nautica di Castellaneta accogliendo la Madonna di Loreto trasportata via mare dal sig. Roberto Rabboni impegnato in un lungo pellegrinaggio in canoa, partito da Porto Recanati e diretto a Roma per consegnare direttamente nelle mani di Papa Francesco I la statuetta. E’ infatti atteso dal Santo Padre per il giorno 20 agosto. Il canoista pellegrinante è stato accolto dalle numerose Sezioni della Lega Navale incrociate nel suo percorso e la locale Sezione non poteva esimersi da questo solenne impegno assolto nel migliore dei modi grazie alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale e della comunità ecclesiastica di Castellaneta Marina. All’evento è stata dedicata la funzione religiosa tenutasi nella parrocchia Stella Maris da don Giuseppe Favale, che ha ospitato il pellegrino durante la notte prima della partenza alla volta delle coste calabresi.
L’arrivo del piccolo mezzo nautico scortato dalle barche a vela dei soci della Lega Navale è stato fortemente emozionante ed ha suscitato la curiosità dei bagnanti presenti in spiaggia in quel momento. Ad accoglierlo c’erano il Presidente di Sezione LNI dr. Giuseppe Maldarizzi, accompagnato per l’occasione dal consigliere comunale delegato per Castellaneta Marina Giovanni Prenna, che ha potato il saluto del sindaco di Castellaneta Giovanni Gugliotti.
Da domani la stagione riprenderà con la consapevolezza di aver preso parte a questa grande impresa, e si potrà così dare seguito a tutti i progetti in corso.
Non solo vela, ma promozione della cultura per il mare e per l’ambiente e a partire da questa settimana si svilupperanno tutte le iniziative che il sodalizio ha messo in campo nell’arco jonico appulo-lucano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *