L’ex assessore alla Nettezza Urbana di Grumo Appula indagato per associazione a delinquere

È indagato anche per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione elettorale Nicola Lella, ex assessore alla Nettezza Urbana di Grumo Appula, arrestato lo scorso 4 agosto per aver chiesto tangenti al titolare della ditta che, nel comune, si occupa della raccolta dei rifiuti.
L’indagine della Procura di Bari relativa al voto di scambio è ancora in corso e riguarderebbe fatti accaduti durante la campagna elettorale in occasione delle ultime elezioni amministrative di Grumo, avvenute a settembre 2020, dopo le quali Lella è stato eletto consigliere comunale per poi ricevere l’assessorato. Nell’ordinanza d’arresto relativa al reato di estorsione ai danni del titolare della ditta rifiuti, la gip di Bari, Rossana de Cristofaro, ha descritto Lella come una persona dotata di “particolare scaltrezza”. Dalle indagini è infatti emerso che, per la sua attività estorsiva, si avvaleva di un canale Telegram per chiedere pagamenti in bitcoin. Il tutto, per non lasciare traccia dei suoi illeciti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *