Liste d’attesa, all’ospedale di Castellaneta situazione critica

“La denuncia dell’associazione Echèo di Taranto sulle liste di attesa all’ospedale di San Pio di Castellaneta è gravissima per due motivi: la prima è che riguarda esami diagnostici di vitale importanza, l’altra è che appare evidente che i Direttore generali non hanno dato ancora istruzioni riguardo alla nuova legge regionale approvata di recente dal Consiglio proprio per snellire le liste di attesa.

“Quella Legge, alla quale Direzione Italia ha contribuito fortemente, ha lo scopo proprio di evitare situazioni come quella che viene denunciata dall’associazione, ovvero che allo sportello non ci sia una data disponibile per effettuare una prestazione sanitaria o peggio sentirsi rispondere che le ‘agende sono bloccate. Ribadiamo: se questo avviene non è colpa dei dipendenti dello sportello, ma di chi avrebbe dovuto istruirli in base alla nuova normativa. In base a questa, infatti, qualora la visita diagnostica non possa essere effettuata nei tempi massimi previsti dalla legge, viene data la possibilità al paziente di ricorrere all’attività libera professionale pagando il ticket se dovuto o non pagando nulla se è esente. Il CUP deve solo comunicare al paziente dove effettuarla, ovvero da quale medico della Asl deve andare a farla.

“La ratio è proprio quella che la salute e in modo particolare la prevenzione sono prioritarie rispetto alla mancanza di personale che no agevola lo scorrimento delle liste di attesa. Ribadiamo ancora una volta  che per noi è indispensabile che l’intervento sanitario avvenga in tempi utili a diagnosticare o curare quanto prima possibile perché ogni ritardo aggrava i costi sanitari e sociali e determina complicanze, esiti invalidanti e, talvolta, perdita di vite umane.“Allora l’invito è ai Direttori generali a dare subito seguito al Regolamento attuativo della nuova Legge sulle liste di attesa e al presidente della Regione Puglia, nonché assessore alla Sanità, Michele Emiliano, a vigilare affinché la legge venga applicata a favore dei cittadini”

Dichiarazione congiunta del capogruppo e consigliere regionale di Direzione Italia, Ignazio Zullo e Renato Perrini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *