L’MpA scrive in Regione per il problema viabilità

Con una lettera inviata al Presidente della Giunta regionale De Filippo e all’assessore alle Infrastrutture Gentile, il capogruppo del Movimento per le Autonomie della Regione Basilicata Francesco Mollica chiede interventi urgenti e costanti sulle arterie secondarie utilizzate all’indomani della chiusura di alcuni tratti della SS. 407 Basentana.

“La situazione più preoccupante, dove urge immediato intervento – afferma Mollica – risulta essere quella del viadotto Calciano/Basentana, drasticamente menomato dal cedimento strutturale di un pilone che ne compromette totalmente l’utilizzo e per il quale, al fine di limitare i notevoli disagi che tale cedimento ha procurato, si utilizza un percorso alternativo dirottando sulla viabilità secondaria il traffico. Su quel tracciato, lungo 22 km e anch’esso in cattive condizioni di percorrenza vengono, inoltre, dirottati traffico pesante e autobus con notevole aggravio sia della percorrenza che della sicurezza, a svantaggio di tutti coloro che quotidianamente percorrono le stesse direttrici. Nella lettera inviata al Presidente e all’Assessore si chiede sostanzialmente di sollecitare l’ANAS, competente per la manutenzione della strada in questione, affinché possa celermente e dettagliatamente prendersi cura della stessa, così da garantire libero accesso e sicurezza ai numerosi viaggiatori; inoltre si chiede di verificare, ove non sia già stato fatto, se sussistono possibili soluzioni che possano utilizzare, magari solo per il traffico leggero, tracciati già esistenti che costeggiano la Basentana. Con un attento monitoraggio della situazione, e con un’efficace azione di deviazioni almeno per il traffico leggero, su strade esistenti accuratamente risistemate e messe in sicurezza, si potrebbero alleviare gli enormi disagi che le eccezionali precipitazioni di inizio marzo hanno provocato agli utenti della nostra regione e non solo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *