L’UDC alzi la voce

Ritengo che i vertici del mio partito debbano assumere una iniziativa per chiarire i rapporti nel centrosinistra a due anni e mezzo dalla nascita dell’alleanza che governa in Basilicata.

Recentemente sono stati approvati i bilanci di previsione 2012 della Provincia e del Comune di Matera. Il quadro politico che ne viene fuori merita approfondimenti e soprattutto chiarimenti. Le attuali amministrazioni sono il frutto di una evoluzione politica che ha interessato la Basilicata ancor prima di quanto sta oggi accadendo a livello nazionale. L’UDC di Basilicata ha stretto un’alleanza con il centrosinistra che ha consentito a quest’ultimo di rinnovarsi ed assumere nuova linfa in un momento storico così difficile e complicato per la crisi economica che ha investito il Paese e ancor di più il Mezzogiorno.

La stabilità del quadro politico è condizione indispensabile, seppur non sufficiente, per l’attuazione dei programmi presentati agli elettori, e per questo alcune anomalie che si sono verificate sono inspiegabili per gli attenti osservatori. L’Unione di Centro è al governo del massimo ente regionale, dei due capoluoghi e della Provincia di Potenza, mentre è minoranza alla Provincia di Matera, dove pur avendo avuto in questi anni un atteggiamento responsabile in attesa della definizione di una lunga, troppo lunga, verifica che, stando alle intese regionali, avrebbe dovuto allineare il quadro dell’Ente di Via Ridola al resto della regione, a tutt’oggi non vede neanche invitato l’UDC al tavolo politico della coalizione di centrosinistra. Nel frattempo assistiamo alle acrobazie di soggetti, definiti civici, che, mantengono un equivoco di fondo che non aiuta a determinare quella stabilità di cui invece ci sarebbe bisogno. L’UDC non può nascondere l’esigenza, che ad onor del vero dovrebbe essere di tutto il centrosinistra, di sentirsi impegnato da posizioni di governo in tutti i maggiori enti locali della Basilicata. Il Partito Democratico, cui è giusto riconoscere il ruolo che spetta per il peso che ha, ha il dovere di impegnarsi affinché il centrosinistra definisca un proprio perimetro evitando trasformismi e opportunismi. Credo sia arrivato il momento di chiarire ruolo e funzione della Lista Stella, nata per dare voce ad una parte della società materana, che oggi invece assumendo posizioni variabili contribuisce a destabilizzare il quadro politico che faticosamente i partiti del centrosinistra hanno costruito in questi anni. Essersi schierati contro il centrosinistra a Policoro, aver votato contro il bilancio al Comune di Matera, impedire all’UDC di avere voce alla Provincia di Matera, sono elementi che chiedono un chiarimento definitivo.

Domenico Fiore – Componente Direzione Regionale UDC

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *