L’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari approva il bilancio preventivo per il nuovo anno

Sono 307,6 milioni di euro le risorse stanziate per il 2022 dall’Università degli Studi Aldo Moro di Bari dopo l’approvazione del bilancio preventivo per il nuovo anno. Tra le misure, c’è una ulteriore riduzione nella contribuzione per le studentesse iscritte alle lauree Stem e il mantenimento della “no tax area” a 25 mila euro invece di 20 mila, soglia indicata dal Ministero, che ha garantito al 42% degli studenti Uniba di poter accedere agli studi universitari grazie all’esenzione totale. Alla ricerca sono destinati 6,3 mln euro, la cifra più alta degli ultimi dieci anni; previsto il raddoppio delle borse di dottorato, passate dal 106 ad oltre 200, coprendo tutti gli ambiti scientifici.

“Un bilancio che ci rassicura e ci consolida nelle azioni strategiche intraprese in linea con i risultati ottenuti e in continuità con il programma di indirizzo. Mi riferisco alle misure volte al sostegno agli studenti, agli investimenti sulla ricerca scientifica e al piano degli interventi edilizi straordinari volti alla riqualificazione di aule, laboratori e biblioteche. – ha detto il rettore Stefano Bronzini. – Nel 2021 sono state effettuate 151 nuove assunzioni di cui 128 passaggi da ricercatore ad associato ed è in programma per il 2022 un ulteriore investimento per il personale docente e per quello tecnico amministrativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *