M5S Puglia chiede stanziamenti per l’apertura degli asili nido a settembre

“Non possiamo correre il rischio che gli asili nido non riaprano a settembre a causa della crisi attuale. La sospensione dei servizi scolastici ha infatti portato alcuni gestori degli stessi a sospendere le rette mentre gli affitti e le utenze incombono ancora, con il rischio di compromettere la ripresa delle attività e del servizio utilissimo per molte famiglie e per molte donne in particolare”. Lo dichiarano le consigliere regionali pugliesi del Movimento 5 Stelle Antonella Laricchia, Rosa Barone e Grazia Di Bari, firmatarie di un’interrogazione rivolta al Presidente Emiliano e alla sua giunta, nella quale si richiede di stanziare fondi anche per queste attività di supporto alle famiglie.

“La Puglia è la regione in cui il tasso di occupazione femminile e quello di occupazione maschile hanno il divario maggiore tra tutte le regioni italiane, con le donne occupate che si fermano al 36,5%, secondo la nota trimestrale dell’Istat del 2019 – commenta la consigliera Laricchia – Questo, unito al fatto che gli asili nido sono veramente pochi in Puglia, fa capire quanta attenzione si debba riservare ai servizi per le famiglie. Non possiamo permetterci che fallisca un asilo nido, così come dobbiamo ovviamente puntare ad aumentare l’offerta pubblica. Lo dobbiamo alle famiglie e lo dobbiamo alle donne, che ieri in tutta Italia sono state tributate per aver avuto un ruolo decisivo sulla tenuta sociale durante il lockdown obbligatorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *