Maestre d’asilo di Carapelle indagate per maltrattamenti sui bimbi

L’elenco dei maltrattamenti e delle vessazioni fisiche e psicologiche che quattro maestre avrebbero commesso sui bambini dell’asilo di Carapelle è stato messo nero su bianco nell’avviso di conclusione delle indagini della procura di Foggia. Nella relazione si legge che l’educatrice più anziana con condotte reiterate sottoponeva i minori ad atti di violenza fisica, consistiti in strattoni, schiaffi, spinte, colpi sulle braccia, sulla testa e sculacciate. Talvolta li sollevava di peso dalle braccia e li sottoponeva abitualmente a reiterati atti di violenza morale. “Raduna i giochi”, intimava ad un piccolo alunno. “La testa te la smonto, maleducati maleducati maleducati.  Raduna qua sennò ti faccio nuovo eh… mo l’aggh accit a quist (ora lo devo uccidere a questo)”. In più di una occasione, inoltre, minacciava il ricorso ad una mazza, che talvolta mostrava con fine intimidatorio.
Dai documenti emerge che in un’altra occasione la donna rimproverava un’alunna che correva per l’aula dicendole “Ti ammazzo oggi, eh… oggi ti ammazzo… chissà che ti faccio oggi”, poi rivolgendosi agli altri alunni li sollecitava dicendo: “ditele vergogna”, E i bimbi in coro: “vergogna, vergogna”. E sempre alla classe: “Fatela stare sola là, ditele vergogna tutti quanti”.

 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *