Mandato amministrativo 2009-2014, rispettati tutti i punti programmatici

L’assessore alla Verifica e attuazione del Programma Antonio Montemurro conferma, con soddisfazione, il rispetto degli impegni assunti dalla coalizione di centrosinistra nel 2009. “Ogni punto programmatico – ha dichiarato l’assessore Montemurro – sta trovando conferma e piena realizzazione grazie all’impegno, costante e congiunto, di tutti i membri della giunta provinciale. Un governo coeso e solido, che conta al suo attivo 680 delibere approvate all’unanimità, che oltre a dare forma al piano di sviluppo previsto è riuscita a stanziare oltre 4 milioni di euro per far fronte alle emergenze rivenienti dalle calamità naturali, a oggi ignorate dal governo centrale. Un impegno fuori programma, gravoso ma necessario, che racconta delle complessità di un Ente impegnato a fornire riscontri ai cittadini anche in situazioni di grave precarietà economico-finanziaria. I vincoli dettati dal Patto di stabilità hanno infatti irrigidito il bilancio di un Ente che, tra l’altro, si è visto ridurre i trasferimenti statali di altri 4 milioni di euro. Ma nonostante questi limiti oggettivi, in due anni abbiamo appaltato opere per oltre 60 milioni di euro e in questo 2011 destineremo altri 10 milioni di euro sia alla viabilità quanto all’edilizia. Nell’ottica di un’azione a tutela del territorio abbiamo anche avviato un percorso professionalizzante permanente sui lavori pubblici dedicato al personale interno e a tutti gli enti, le imprese e le organizzazioni sindacali volti all’approfondimento del codice degli appalti. Anche in merito al trasporto pubblico abbiamo confermato e rinnovato gli impegni, inoltre stiamo lavorando alla ridefinizione del Piano di Trasporto Pubblico che appare inadeguato e, in taluni casi, obsoleto. L’esigenza di modificarlo rispetto agli 8 milioni e mezzo di km di percorrenza richiede coraggio e responsabilità da parte di tutti, in primis delle amministrazioni comunali che abbiamo coinvolto proprio nel rispetto della condivisione di servizi che servono le rispettive comunità.”

“Anche in merito al welfare stiamo agendo su diversi fronti, soprattutto attraverso l’Ageforma – ha evidenziato Montemurro – che ha avviato percorsi professionalizzanti anche a beneficio di fasce deboli. Inoltre, grazie al progetto “Vie blu”, 258 persone hanno ripreso a lavorare sul doppio fronte delle aste fluviali e della infrastrutturazione del territorio che vanta indici di pericolosità troppo elevati. Una politica operativa che sta attuando, anche grazie alla concertazione con le parti sociali e gli altri enti, pur tra mille difficoltà, quel documento programmatico assunto come linea guida del mandato amministrativo in corso.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *