Manovra, Rospi (M5S): “Confermo fiducia al Governo ma no alla legge di bilancio”

“Per la prima volta, con rammarico, mi trovo a votare in dissenso dal mio gruppo. Pochissime altre volte nella storia di questo Paese si è assistito a ciò che sta avvenendo quest’oggi. Impedire di potersi esprimere sulla legge di bilancio è un campanello d’allarme per la perdita della democrazia che poco ha a che vedere con i valori della nostra Costituzione”, lo scrive in una nota il deputato del M5S Gianluca Rospi. “L’Italia necessita di cambiamenti radicali, di innovazione nelle politiche del lavoro, di una visione più sostenibile e umana dell’economia interna ma soprattutto politica a lungo termine. Ció che è vero è che avevamo più di 20 miliardi di clausole IVA da neutralizzare e questo è stato fatto dal Governo.
Ma poi- continua- si poteva fare di più per il rilancio della crescita economica, sugli investimenti in ricerca ed innovazione e soprattutto sulle opportunità per i giovani, che sempre più spesso, abbandonano il nostro Paese per andare a lavorare all’estero. L’anno appena passato- spiega- non ha prodotto la crescita stimata e con le misure presenti in questa manovra non credo si possa sperare in un futuro migliore. Per non parlare del sud Italia, che avrebbe bisogno di maggiore supporto visto che l’economia ancora ristagna e il tasso di disoccupazione resta elevato rispetto ad altre aree del nostro Paese. Il MoVimento 5 Stelle – chiosa- aveva promesso una rivoluzione culturale, un cambio di passo verso politiche economiche più espansive, più sostenibili per l’ambiente, più umane.
Oggi, invece, ci troviamo di fronte a una manovra che va nella direzione opposta. E per questo- conclude- pur confermando la mia fiducia al Governo e in attesa del rilancio dell’agenda di programma del presidente Conte per il 2020, non voterò il provvedimento oggi in discussione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *