Matera, arrestati 2 soggetti e un terzo denunciato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio

Oltre 140 grammi di sostanze stupefacenti sequestrate, due soggetti sottoposti agli arresti domiciliari ed un giovane segnalato alla locale Procura della Repubblica. Questo il bilancio dei controlli effettuati dai Baschi Verdi della Compagnia di Matera nel fine settimana a contrasto del fenomeno dello spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Le Fiamme Gialle materane hanno intensificato particolarmente  le attività di prevenzione e repressione lungo la Statale 106 Jonica e nel capoluogo.
Un primo intervento ha interessato due soggetti originari della provincia di Potenza, fermati alla guida della propria autovettura mentre percorrevano la SS106. I militari, dopo aver intimato l’alt, insospettiti dagli atteggiamenti nervosi degli occupanti, procedevano ad un accurato controllo del mezzo e delle persone, rinvenendo un grosso involucro termosaldato al cui interno erano contenuti 97 grammi di marijuana, nonché, sempre nel corso delle ispezioni, 5 gr. di cocaina e poco meno di un grammo di hashish.
Determinante, nella circostanza, la segnalazione del cane antidroga, il pastore tedesco “VAMO”. La successiva perquisizione presso l’abitazione dei due – sottoposti alla misura degli arresti domiciliari – si concludeva con il rinvenimento di ulteriori 2 grammi e mezzo di hashish, oltre 7 grammi di eroina  e quasi un grammo di cocaina, tutti confezionati e pronti per la “vendita”.
Nella centralissima Piazza Vittorio Veneto di Matera, invece, ha avuto luogo la seconda operazione. Una pattuglia di “baschi verdi”, attorno alle 21 di domenica sera, ha proceduto al controllo di un giovane poco più che diciottenne, trovato in possesso di 14 dosi di sostanza stupefacente (per un totale di oltre 17 grammi) del tipo hashish.
I finanzieri, che si erano insospettiti dal fare circospetto del giovane, decidevano di perquisire anche l’abitazione presso la quale venivano rinvenuti ulteriori 10 grammi di hashish (contenuti e frazionati in 7 dosi) ed un coltello da cucina che presentava sulla lama ancora i residui della “lavorazione” dello stupefacente.
Al termine delle attività, il ragazzo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Matera per il reato di cui all’art. 73 del D.P.R. 309/90. L’attività di prevenzione e repressione della diffusione delle sostanze stupefacenti proseguirà con determinazione  attraverso il controllo economico del territorio  assicurato dalla Guardia di Finanza con le proprie unità “su strada”, tra le quali quelle in servizio di pubblica utilità “117”, supportate dalle unità cinofile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *