Matera beffato nel finale a Benevento

Benevento-Matera 3-3
Benevento: Pane, Celjak, Lucioni, Scognamiglio, Pezzi, Campagnacci, Vitiello, Agyei (59′ Konoute), Mazzeo, Eusepi, Marotta. All. Brini. A disposizione: Piscitelli, Padella, Bassini, D’Angelo, Porcaro, Tommaselli.
Matera: Baiocco, D’Aiello, De Franco, Faisca, Bernardi, Di Noia, Coletti, Mazzarani, Madonia (86’Giacomini), Letizia, Pagliarini (46’Iannini). A disposizione: Bifulco, Mercadante, Turchetta, Guerra, Albadoro.
Arbitro: Francesco Fiore di Barletta
Assistenti: Fausto Rugini di Siena e Michele Grossi di Frosinone
Reti: 22′,90’Marotta (B), 50′,58’Letizia (M), 76′ Iannini (M), 88′ Scognamiglio (B)
Ammoniti: Mazzarani, D’Aiello, Di Noia. Espulso D’Aiello (M) per doppia ammonizione

Peccato, davvero peccato. Essere sul 3-1 a 2 minuti dalla fine e pareggiare una gara in questo modo fa male. Ma questo Matera esce dal ‘Vigorito’ di Benevento con la consapevolezza di potersela giocare con tutti. A maggior ragione se hai dovuto affrontare una corazzata come il Benevento in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo. L’inizio è veemente: al 5’ traversa di Madonia, poi è ancora l’attaccante siciliano a sfiorare la rete. Al primo tiro in porta, però, il Benevento passa: assist di Eusepi per Marotta che batte Baiocco. I materani provano a reagire con Di Noia. Nel finale della prima frazione, D’Aiello si becca il secondo cartellino giallo per proteste e lascia i suoi in 10.
Ma nella ripresa è un altro Matera: Auteri azzecca il cambio, fuori Pagliarini e dentro Iannini. Al 50’ arriva il pari biancazzurro: disimpegno errato di Celjak e Letizia batte Pane. Passano 8 miniti e il fantasista materano sigla la sua doppietta. Il Benevento si scuote e Marotta coglie il palo.
Il tris arriva al minuto 75’: perfetto contropiede innescato da Coletti, assist per Iannini, il tiro del centrocampista trova Pane impreparato e la palla finisce in rete.
A questo punto sembra fatta per l’11 di Auteri, ma nel giro di due minuti la gara si ribalta: all’88’, sul cross di Campagnacci, indecisione clamorosa di Baiocco e Scognamiglio accorcia le distanze. Al 90’ la doccia fredda: cross di Campagnacci, colpo di testa di Marotta e palla nel sacco. Finisce 3-3 una gara bellissima: pericolo scampato per la formazione di Brini. Nelle fila materane, invece, l’amarezza è enorme, ma c’è la consapevolezza di aver messo sotto la candidata (forse) numero 1 alla vittoria del campionato. E le parole del patron Columella a fine gara sono emblematiche: “Oggi abbiamo dato una lezione di calcio al Benevento ed abbiamo dimostrato che nel calcio spendere non significa vincere. Il budget utilizzato dal Benevento per costruire la squadra è stato 20 volte superiore al nostro, eppure oggi il Matera ha dimostrato tutto il suo valore”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *