Matera, cittadinanza onoraria a Enrique Irazoqui

Si terrà il 24 giugno la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria al prof. Enrique Irazoqui, l’attore che nel 1964 interpretò Gesù di Nazareth nel film “Il Vangelo secondo Matteo” che Pier Paolo Pasolini girò quasi interamente nei Sassi di Matera. L’iniziativa è stata presentata oggi dal sindaco di Matera, Salvatore Adduce, alla presenza della presidente del Consiglio comunale, Brunella Massenzio, degli assessori alla Cultura, Elio Bergantino, e all’Istruzione, Antonio Giordano, dei consiglieri comunali di minoranza, Angelo Tosto e Giovanni Angelino, di Pietro Tarasco, della soprintendenza ai beni Artistici, di Domenico Notarangelo e Vincenzo Malfa, dell’associazione Pasolini.

“Abbiamo subito accolto – ha detto il sindaco Salvatore Adduce – la proposta dell’associazione ‘Pasolini’ di dare la cittadinanza onoraria a Enrique Irazoqui. Una proposta che ha trovato immediata condivisione con i capigruppo in Consiglio comunale. L’idea nasce dall’importanza che il film di Pasolini ha avuto per la città e per l’intera regione. Infatti, se la straordinarietà degli antichi rioni di tufo era ben conosciuta a un gruppo ristretto di intellettuali, con il film di Pasolini si avviò in modo più ampio, approfondito il dibattito sui Sassi coinvolgendo una fascia più ampia di persone di cultura. Dibattito che avrebbe portato alla legge 771 e, successivamente, al l’inserimento nel patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco. Oggi noi intendiamo ripartire da Pasolini, dal suo pensiero, dalla sua opera per affrontare un nuovo viaggio, quello di Capitale europea della cultura 2019”.

Angelo Tosto si è soffermato sullo straordinario archivio conservato da Domenico Notarangelo, che all’epoca del film accompagnò fianco a fianco Pasolini in questa avventura cinematografica. “Quello di Pasolini – ha detto Tosto – fu l’ultimo film ‘low cost’ girato a Matera. E, nonostante tutto, grazie alla sua capacità evocativa, è stato un successo mondiale. Dovremmo tentare di approfondire i temi religiosi dei Sassi aprendo una finestra sulla presenza di tanti simboli dei Templari. Matera deve essere più estroversa se vuole candidarsi a capitale europea della cultura e questa iniziativa si muove esattamente in questa direzione”.

Brunella Massenzio ha reso noto che il conferimento della cittadinanza onoraria si terrà nella nuova sala consiliare che è stata predisposta temporaneamente presso il teatro del centro di quartiere “Il Circo”. Per l’occasione questa sala verrà intitolata a Pier Paolo Pasolini come omaggio al suo pensiero e alla sua opera. Nel corso dell’incontro, Marta Ragozzino, soprintendente per i beni storici e artistici della Basilicata, assente per impegni istituzionali, ha diffuso un messaggio scritto con la quale aderisce all’iniziativa condividendo il progetto e mettendo a disposizione i propri ambienti e le proprie competenze scientifiche. “La cittadinanza onoraria di cui verrà giustamente insignito Irazoqui rappresenta una straordinaria occasione per riportare alla memoria quegli anni e ricollegarsi, anche attraverso la centralità delle immagini, passate e presenti, a quel clima culturale”.

Diverse le manifestazioni in programma. La sera di giovedì 23 giugno verrà inaugurato il Parco del Castello con la proiezione del film “Il Vangelo Secondo Matteo” anticipata da un reportage realizzato dall’associazione ‘Cinefabrica’ sulla presenza di Pasolini a Matera.

Venerdì 24 giugno, alle ore 10.30, nella sala delle Arcate di Palazzo Lanfranchi verrà inaugurata la mostra delle fotografie di Domenico Notarangelo “Il Vangelo secondo Matera”, scattate durante il set. Una trentina di immagini, otto delle quali di grandissimo formato, specificamente “tagliate” per evidenziare i particolari più eloquenti ed emozionanti di un racconto nel racconto. La mostra entrerà a far parte dell’archivio del Comune di Matera. Per l’occasione verrà ristampato il libro di fotografie di Notarangelo “Il Vangelo secondo Matera”. In un angolo della mostra, inoltre, per gentile concessione della cineteca di Bologna verranno proiettate la fotografie scattate dal fotografo di scena, Angelo Novi.

All’inaugurazione parteciperanno, oltre a Irazoqui, anche Margherita Caruso, interprete della Madonna giovane, Manolo Bolognini, organizzatore generale della produzione e fratello di Mauro, Giacomo Morante, interprete dell’Apostolo Giovanni e nipote di Elsa Morante, Loris Lepri della cineteca di Bologna. La seduta del consiglio comunale di Matera per il conferimento della cittadinanza onoraria a Enrique Irazoqui è prevista per le ore 16.30 di venerdì, 24 giugno, nella sala del centro commerciale di via Sallustio. Interverranno, per la circostanza, oltre a Irazoqui, Domenico Notarangelo, Loris Lepri, Angela Felice, direttrice della casa museo ‘Pasolini’ di Casarsa, Goffredo Fofi, critico cinematografico, Gianni Volpi, presidente dell’associazione italiana amici cinema d’essai , Padre Virgilio Fantuzzi, docente di analisi del linguaggio cinematografico alla pontificia università gregoriana. Il 25 mattina, alle ore 11, è prevista una visita guidata sui luoghi del set.

“Questa iniziativa – ha affermato l’assessore alla Cultura, Elio Bergantino – non si chiude con la cittadinanza onoraria, ma rappresenta una straordinaria occasione per riflettere sulle prospettive dei Sassi e sulla loro dimensione umana che Pasolini riuscì, con la sua sensibilità, a cogliere. Irazoqui venne scelto da Pasolini perché bene rappresentava il volto della libertà, un’idea sociale, di riscatto dell’umanità in piena sintonia con quei luoghi così antichi, così pieni di storia, di umiltà, di semplicità. Questa iniziativa, insomma, è destinata a restare nel tempo procurando nuove occasioni di riflessioni e diventando stimolo per nuovi progetti capaci di comunicare nel migliore dei modi e a un più vasto pubblico possibile il valore dei Sassi, della città, del territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *