Matera City Camp, bilancio finale

Nato dalla collaborazione tra il Comitato Provinciale CONI di Matera e l’associazione polisportiva dilettantistica Virtus Matera, si è svolto per sette settimane, dal 13 Giugno al 29 Luglio 2011 presso il centro sportivo Andrea Fortunato un centro estivo multidisciplinare denominato Matera City Camp, con l’obiettivo di intercettare la richiesta crescente di partecipazione di giovani studenti di scuola primaria e di scuola secondaria inferiore nel periodo di sospensione delle attività scolastiche. Il risultato è stato entusiasmante, con la presenza di 350 atleti spalmati nelle sette settimane di frequenza (50 a settimana).

Strutturato con una programmazione settimanale, Matera City Camp non ha previsto solo momenti di sport, ma, grazie ad una serie di collaborazioni instaurate, è stato conoscenza diretta dell’ambiente e del territorio, con la sua storia e le sue tradizioni. Un adeguato risalto è stato dato a programmi di educazione, per trasmettere agli atleti i principi per una sana alimentazione ed un corretto stile di vita. Il programma è stato arricchito da attività di educazione musicale (movimento e ritmo), di lingua inglese e di tecniche di disegno, di pittura, di creatività e di manualità che hanno contribuito a creare ulteriore interesse nei partecipanti.

Attraverso la pratica di attività ludico-motorie, pre-sportive e sportive sono stati coinvolti i giovani in età compresa tra i 6 e i 13 anni , anche quelli più sedentari e meno orientati all’attività fisica, stimolandoli con giochi e attività motorie all’aria aperta, finalizzando le proposte al puro divertimento, alla socializzazione e alla multidisciplinarietà.

Gli “educativi sportivi”, laureati in Scienze Motorie e istruttori federali, hanno garantito il corretto approccio educativo ed il rispetto delle norme che regolano le attività di gruppo e assicurato la supervisione nell’espletamento delle discipline motorie e sportive.

La pratica sportiva (calcio, pallacanestro, pallavolo, pattinaggio, orienteering), è stata abbinata alle attività di apprendimento multidisciplinare e conoscenza del territorio, attraverso visite guidate al Parco della Murgia Materana, al Centro di Educazione Ambientale, a Musei e Siti Archeologici e Naturalistici presenti sul territorio; si sono alternate tra loro attività ricreative e momenti di animazione.

Apprezzata dalle famiglie anche la scelta di contenimento dei costi: la quota di partecipazione settimanale di 35 euro per turno, con frequenza dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 13,30, è stato un modo per cercare di gravare il meno possibile sulle famiglie e allargare in tal modo la base di partecipazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *