Matera, del teatro e delle nuove forme d’espressione

Sono almeno tre, e concatenate, le sfide che l’Associazione Culturale Incompagnia ha voluto lanciare con l’organizzazione della Stagione Teatrale 2011/2012 “Teatri Uniti d’Italia – Le città del teatro a Matera”; infatti, oltre alla formazione di un cartellone di grande respiro, Francesca Lisbona, presidente dell’associazione, ha deciso di intraprendere alcune esperienze inedite per la città dei Sassi. Si chiama “Theatree”, l’albero del teatro, il progetto laboratorio che parte in questi giorni e che vedrà il coinvolgimento di un gruppo di studenti di scuola media superiore i quali, coordinati da Massimo Lanzetta, si cimenteranno con i prossimi spettacoli del programma teatrale per realizzare recensioni, interviste al pubblico e agli attori, sondaggi e approfondimenti. Tutte le attività, che saranno divulgate attraverso i social media di Internet (Facebook e Youtube in primis), costituiranno oggetto di valutazione da parte di una giuria e dei navigatori della rete e, alla fine del laboratorio, la squadra che avrà conseguito il miglior punteggio sarà premiata. Inoltre, nel corso di questa settimana, inizia la serie del “Teatro nelle Case – A tu per tu con lo spettatore”, una rassegna di spettacoli “a richiesta” di committenti-estimatori, da realizzare a domicilio a beneficio dei loro invitati. Si parte con la piéce “La ragazza Carla” di Elio Pagliarani con Carla Chiarelli.

Lo spettacolo avrà luogo venerdì prossimo, 20 gennaio, da Rita e Giovanni, due coniugi materani con la passione per il teatro e la letteratura; la loro casa si trasformerà, per l’occasione, in un vero e proprio palcoscenico, attorno al quale si raccoglieranno gli spettatori che saranno invitati dai due estimatori. Il giorno dopo, sabato 21 gennaio, si replica nella “casa della moda” della Boutique Anna, alle ore 20.00; in questo caso, a beneficiarne saranno i clienti attuali e potenziali dell’esercizio commerciale, che avranno richiesto e/o ricevuto un invito per l’evento (tel. 0835/333142). Carla Chiarelli è attrice di teatro e cinema; segna la sua carriera l’incontro con il regista Silvio Soldini che scrive per lei il film Giulia in ottobre. In teatro lavora con Mario Martone, Massimo Castri, Giampiero Solari, Cesare Lievi e molti altri. Da anni il suo interesse si rivolge alla letteratura e ai poeti del Novecento. Amica di Natalia Ginzburg, che porta in teatro, lavora poi su Parise, Moravia, Calvino; da anni è la principale voce dei poeti Elio Pagliarani, Francesco Leonetti, Alda Merini. Conosce Alfonso Guida a San Mauro Forte nell’estate del 2009, a Palazzo Lauria Arte e Cultura, e da lì nasce un serrato sodalizio artistico.

“Ci piace giocare;” – osserva Francesca Lisbona – “del resto il teatro è un gioco e non a caso, in inglese, la parola “play” viene usata anche per indicare le rappresentazioni teatrali. Con la stagione in corso, abbiamo pensato di tirare fuori il teatro dagli stereotipi ingessati in cui, ingiustamente, viene spesso relegato e di renderlo accessibile a quante più persone possibili, e in ambienti diversi. Quindi via libera al gioco dell’albero del teatro, con cui gli studenti potranno intraprendere un personalissimo percorso di conoscenza ravvicinata con le opere, gli autori e gli interpreti. Un evviva, poi, per quei lungimiranti amici che hanno accettato la sfida del teatro a casa: un’esperienza dal gusto apparentemente un po’ retrò dei salotti culturali, ma decisamente nuova per il taglio e lo spessore sociale e culturale che è in grado di rappresentare”.

Per prenotazioni ed informazioni si può contattare l’Associazione Culturale Incompagnia ai numeri 0835/337220 e 0835/331812; come di consueto, tutte le informazioni sulla rassegna teatrale sono disponibili su internet sul sito dell’associazione www.incompagnia.com.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *