Matera, i lavoratori della La.V.I.T. esclusi dallo screening per la prevenzione al contagio del COVID 19

Spett.le A.S.M. Matera
Dott. Gaetano ANNESE
E p.c. S.E. Ill.mo Prefetto di Matera
Dott. Rinaldo ARGENTIERI
E p.c. All’Assessore alla Sanità
Dott. Rocco Leone
Ai mezzi di informazione
 
La Cgil e la Filctem Cgil di Matera denuncia la IRRESPONSABILITA’ e la SOTTOVALUZIONE dimostrata come Direttore dell’ASM di Matera per aver escluso i lavoratori della La.V.I.T. dallo screening (tampone) per la prevenzione al contagio del COVID 19, nonostante le maestranze siano addetti all’opera di sterilizzazione all’interno di tutti i reparti ospedalieri e quindi soggetti ad un alto indice di rischio.
Inoltre, si tratterrebbe di una inequivocabile discriminazione nei confronti di una sola categoria di lavoratori visto che tutti gli altri in servizio nella struttura ospedaliera (addetti alla vigilanza, alla pulizia ed alla manutenzione delle apparecchiature) sono stati sottoposti a screening.
A nulla sono servite le sollecitazioni avanzate al Direttore dell’ASM attraverso formali richieste e gli impegni presi al tavolo di confronto per fare il punto sullo stato dell’arte delle problematiche legate al COVID – 19.
Riteniamo inaccettabile l’indifferenza da parte della ASM di Matera dinanzi ad una problematica così delicata e, per questo, nel caso in cui non si procedesse ad effettuare lo screening dei lavoratori della La.V.I.T. , si intraprenderanno azioni più stringenti. .
 
Distinti saluti.
 
Eustachio Nicoletti – Segretario Generale Cgil Matera
Paolo Andrisani – Segretario Generale Filctem Cgil Matera
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *