Matera, interrogazione del consigliere Toto sulla gestione del Palombaro

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA/ORALE.
Oggetto: bando di gara per la gestione del Palombaro: quali determinazioni. PREMESSO CHE
 gli Ipogei sono un tassello importante nel circuito delle visite turistiche della città di Matera;
 in data 12 dicembre 2011 la Soprintendenza d’intesa con il Comune aveva provveduto alla riconsegna di parte degli Ipogei di Piazza V. Veneto;
 con nota datata 9 dicembre 2011 la GTA Basilicata– Associazione Guide Turistiche Autorizzate di Basilicata – comunicava che per l’apertura degli Ipogei di Piazza Vittoria Veneto intendeva offrire a codesto Ente, in via temporanea e sperimentale per un anno, la collaborazione dei propri associati;
 la collaborazione offerta consisteva nell’offrire , in via temporanea e sperimentale, il servizio di informazione, assistenza turistica, guida e accompagnamento, negli ipogei di Piazza Vittorio Veneto e nella registrazione delle presenze ai fini statistici;
 l’Associazione Guide Turistiche Autorizzate di Basilicata s’impegnava inoltre a garantire l’apertura del sito per tutti i giorni festivi e prefestivi, o di particolare affluenza turistica, e su prenotazione nei restanti giorni. L’accesso doveva essere garantito a tutti, ivi compresi i clienti delle strutture ricettive, delle agenzie di viaggio e turismo, delle società di servizi turistici e di guide turistiche autorizzate;
 Il servizio di accompagnamento e visita guidata includeva gli ipogei di Piazza Vittorio Veneto e nello specifico la chiesa rupestre dello Spirito Santo, il palombaro lungo, i palmenti in pietra, le vecchie cantine e la torre aragonese.
 Per l’ingresso veniva richiesto, dalla Associazione suddetta, un contributo di 5 euro a persona e l’intero incasso, escluse le spese di gestione per il mantenimento del servizio, sarebbe stato devoluto in beneficenza ad un ente scelto dall’Amministrazione Comunale.​
 Con delibera di Giunta Comunale n. n.543 del 13 dicembre 2011, l’allora Amministrazione Comunale aveva ritenuto meritevole di accoglimento la proposta così come formulata dall’Associazione G.T.A. Basilicata fissando però il costo dell’ingresso a 2.5 euro e non a 5 euro così come invece era stato richiesto dall’Associazione;
CONSIDERATO CHE
 Sono trascorsi più di otto anni dalla fase di sperimentazione della gestione del Palombaro affidato inizialmente per un anno ed ancora oggi gestito dalla GTA Basilicata– Associazione Guide Turistiche Autorizzate di Basilicata;
 Nonostante i tanti solleciti da parte dello scrivente, le diverse Amministrazioni Comunali che nel corso degli ultimi otto anni si sono succedute, non hanno a tutt’oggi provveduto all’indizione di una gara pubblica per la gestione del l’antica cisterna di piazza Vittorio Veneto denominato “il palombaro”,
IL SOTTOSCRITTO CONSIGLIERE COMUNALE
INTERROGA
Il Signor Sindaco,
 Per conoscere i motivi che impediscono ancora oggi l’affidamento della gestione del Palombaro attraverso un bando pubblico, così come previsto dalle normative vigenti;
 Per conoscere il numero delle presenze registrate nel corso degli otto anni di gestione;
 Per conoscere a quanto ammontano le somme incamerate nel corso degli anni e gli Enti a cui sono state versate in beneficienza;
 Per conoscere, laddove il dato fosse in possesso di questa Amministrazione, il numero delle guide turistiche aderenti all’Associazione GTA ed il numero totale delle guide turistiche residenti nella nostra città;  Per sapere a chi sono intestate le utenze del Palombaro;

Il Consigliere Comunale Augusto Toto​

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *