Matera, ordinanza lutto cittadino

palazzina crollata 2Oggetto: Proclamazione del lutto cittadino per il giorno dei funerali della s.ra Antonella Dina Favale

Ritenuto conforme ai sentimenti della popolazione di Matera esprimere con forza la partecipazione della comunità alla tragica scomparsa della s.ra Antonella Dina Favale avvenuta a seguito del crollo della palazzina di Vico Piave nella giornata dell’11 gennaio 2014;

Considerato di dover rendere degno omaggio alla salma nel corso della cerimonia funebre che si svolgerà lunedi 13 gennaio 2014, dalle ore 10.30, presso la sala della mediateca provinciale in Palazzo dell’Annunziata;

Tenuto conto che l’Amministrazione, raccogliendo il sentimento diffuso e la spontanea partecipazione della popolazione e degli Amministratori, intende manifestare in modo tangibile e solenne il dolore dell’intera comunità cittadina;

Informato il Signor Prefetto di Matera;

DISPONE

E’ proclamato, per le ragioni e le motivazioni espresse in premessa, il lutto cittadino, la cui durata si estenderà per l’intero arco di tempo in cui avranno luogo i funerali della s.ra Antonella Dina Favale, nella giornata del 13 gennaio 2014, a partire dalla ore 10.30 e comunque fino alla conclusione della cerimonia funebre;

Per l’intera durata dei funerali, come sopra indicato, sono vietate tutte le attività che contrastino con il carattere luttuoso della cerimonia o con il decoro urbano;

Le bandiere delle sedi municipali saranno esposte a mezz’asta durante durante la cerimonia funebre;

INVITA

Tutti i cittadini e le organizzazioni sociali, culturali e produttive di Matera, ad esprimere, in forme decise autonomamente, il dolore e l’abbraccio dell’intera Città per i familiari;

La presente ordinanza è resa nota mediante le forme di informazione più rapide ed idonee, in modo da rendere prontamente edotti tutti i cittadini, al fine di favorire la partecipazione libera e spontanea al grave lutto della famiglia.

Salvatore Adduce – Sindaco di Matera

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *