Matera piega 1-0 la Lupa Castelli Romani

Matera-Lupa Castelli Romani 1-0
Matera: Bifulco, Di Lorenzo, Tomi, De Rose, Ingrosso, Piccinni, Gammone (81’Rolando), Iannini, Letizia (88’Albadoro), Armellino, Carretta. All. Padalino. A disposizione: Biscarini, Meola, Zaffagnini, De Franco, Scognamillo, Zanchi, D’Angelo.
Lupa Castelli Romani: Gobbo Secco, De Gol, Carta, Ferrari, Petta, Aquaro, Morbidelli (80’Roberti), Strasser (66’Sicchitano), Scardina, Ricamato, Kovosan (51’Mazzei). All. Di Franco. A disposizione: Tassi, Mancini, Boninsegna, Proietti.
Arbitro: Luca Detta di Mantova
Rete: 58’Iannini
Ammoniti: Ferrari, Aquaro, Gobbo Secco, Carretta

Il Matera piega 1-0 la Lupa Castelli Romani e chiude al meglio un 2015 spettacolare. Vittoria che sta stretta alla formazione biancazzurra, che ha dominato 90 minuti, costruito almeno 6 palle gol nitide, ma che ha concretizzato la sua supremazia solo grazie ad una giocata del capitano Iannini.
Primo tempo con il Matera che attacca e Lupa Castelli in difesa della sua porta: ci provano Armellino e Letizia, ma la mira è errata. Poi Carretta, al 34’, si accentra e lascia partire un bel sinistro che si stampa sul palo.
Nella ripresa inizio veemente dei materani: Letizia ha la palla dell’1-0, ma tira centralmente e Gobbo Secco para. Passano 60 secondi e Di Lorenzo mette al centro per Letizia, che viene steso da De Gol: rigore e cartellino rosso per il terzino laziale. Dal dischetto, però, Iannini si fa ipnotizzare da Gobbo Secco. Il portiere è prodigioso al minuto 56’: Carretta salta due uomini e calcia a mezza altezza, ma l’estremo difensore ospite sventa alla grande. Il gol arriva 3 minuti dopo: angolo di Gammone, mischia in area, Iannini in rovesciata trova l’angolo alla destra di Gobbo Secco. A questo punto inizia la gara di Carretta con la sfortuna: per ben due volte l’esterno materano centra il montante, a portiere battuto. L’unico tiro in porta della Lupa Castelli arriva all’87’, su punizione dalla destra di Ricamato che diventa un assist per Aquaro, ma il difensore sbaglia il controllo e la palla finisce fuori. Tre punti che consentono al Matera di continuare la sua ascesa verso le zone alte della classifica, e raggiungere quota 22. La Lupa Castelli, invece, resta ultima della classe e le speranze di salvezza sono sempre più risicate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *