Matera, risposta delle guide turistiche alla richiesta di rettifica dell’Assessore al turismo

In merito alla nota dell’Assessore al turismo Poli Bortone, in cui i sottoscrittori del comunicato inviato ieri mattina (oltre 70 guide turistiche e 17 fra associazioni e società) vengono diffidati a rettificare alcuni contenuti dall’assessore ritenuti lesivi dell’immagine sua e dell’amministrazione, con relativa minaccia di querela, si precisa quanto segue. Ci spiace se la formulazione di alcuni passaggi può avere indotto ad equivocarne il significato, e pertanto veniamo a precisare quanto segue.
1. Il primo passaggio del comunicato che ci viene contestato è questo: “le guide abilitate devono combattere contro la concorrenza sleale di guide abusive tollerate dalle istituzioni e che con la loro impreparazione danneggiano l’immagine della città e della categoria, cui oltre tutto non appartengono”. A tal proposito si precisa che circa la tolleranza del fenomeno non vi è alcun riferimento alla persona dell’assessore, né all’amministrazione comunale, ma genericamente e in senso lato ad
“istituzioni”.
Difatti l’esistenza di guide abusive, fenomeno di cui l’assessore è a conoscenza parlando in un suo precedente comunicato di “guide o presunte tali”, e che si protrae ormai da venti anni, appare chiaro come non sia stato combattuto a sufficienza dalle istituzioni preposte, e non si sia mai debellato. Un fenomeno che senza dubbio è lesivo dell’immagine della città, dell’amministrazione e delle guide abilitate e che richiede forti azioni di controllo e vie legali.
2. Il secondo passaggio del comunicato che ci viene contestato è il seguente: “nell’incontro suddetto si è palesata la possibilità
di un contributo pubblico per agevolare i free tour”. A questo proposito, parlando letteralmente di “contributo pubblico” e non di “contributo comunale” precisiamo che il riferimento è alla possibilità che il progetto Free Walking Tour riceva fondi pubblici, anche e non solo partecipando a bandi regionali o europei, e non ci riferiamo a fondi elargiti dall’amministrazione comunale. Tale possibilità è stata esplicitamente resa durante l’incontro da Marilù Campanelli, che ha presentato il progetto Free Walking Tours in data 28 novembre al sesto piano del Municipio, al tavolo dei relatori, nel corso dell’incontro Matera Mediterranea organizzato dall’amministrazione comunale.
3. Il terzo passaggio che ci viene contestato, circa la tassa di soggiorno, non è presente nel comunicato stampa. Naturalmente i sottoscrittori del comunicato non rispondono di quanto singoli individui possano scrivere con loro nome sui social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *