Matera: giornate conclusive della settimana della dieta mediterranea

Bravi a tenere le “mani in pasta” nel lavorare la farina per farne orecchiette, cavatelli e fusilli e propensi a trasmettere in famiglia i piatti tipici e nutrienti della cucina locale. E’ l’obiettivo raggiunto dagli studenti delle scuole degli istituti comprensivi e delle medie superiori della provincia di Matera, che partecipano ai laboratori tematici promossi dalla Camera di Commercio di Matera, attraverso l’Azienda Speciale Cesp, in occasione della “Settimana della Dieta Mediterranea”. Per l’occasione ci si è avvalsi dell’esperienza del passato (Anna Vizziello, Margherita Rubino, Anglona Albergo e Antonia Carusotto) per trasferire ai giovani antichi saperi e la manualità del “saper fare” nella lavorazione della pasta fresca. Oggi è toccato ai gli istituti Comprensivo di Tricarico, “Arcangelo Il Vento” di Grassano, Comprensivo di Irsina, plesso “Giustino Fortunato” di Matera e “Nicola Fiorentino” di Montalbano Jonico cimentarsi e incuriosirsi tra impasti, taglieri e produzioni di pasta con le dita. Domani toccherà agli allievi dei Comprensivi “Don Liborio – Palazzo Salinari” di Montescaglioso, di Ferrandina e Scanzano jonico, “Padre Pio da Pietralcina” di Pisticci. Nella prima giornata si erano cimentati gli allievi degli Istituti Comprensivo “Giovanni Pascoli” di Matera, di Tricarico e della scuola media Torraca di Matera, che lo scorso anno scolastico hanno partecipato al bando di concorso “Ricette a Memoria” (vinto dagli allievi della Giovanni Pascoli) producendo pregevoli lavori volti alla conservazione delle ricette tipiche. Gli eventi, ricordiamo, sono aperti al pubblico, e con la possibilità di leggere nell’atrio della sala convegni dell’Ente camerale le tante “ricette a memoria”, che studenti e docenti hanno ricercato e preparato lo scorso anno nel solco della tradizione. La settimana della Dieta Mediterranea, a due anni dal riconoscimento come Bene immateriale dell’Umanità, avrà a ulteriore momento di approfondimento il 5 dicembre con un convegno scientifico che contribuirà ad esaltare la Dieta Mediterranea dal punto di vista della salubrità e longevità, i cui lavori saranno moderati dal prof. Michele Mirabella. Sarà l’occasione per proseguire i lavori del Comitato di indirizzo del Centro Internazionale per gli studi e la cultura della Dieta Mediterranea. “La passione e l’interesse – ha detto il presidente della Camera di commercio, Angelo Tortorelli dimostrati dagli allievi avrà ricadute positive anche nelle famiglie, affinché vengano riscoperte e consolidate antiche abitudine alimentari e stili di vita, legate alla tradizione culinaria locale. Il progetto di valorizzazione della Dieta Mediterranea è una delle risorse che intendiamo portare avanti un percorso di valorizzazione delle risorse locali, in grado di portare valore aggiunto all’economia locale a sostegno delle imprese e dell’occupazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *