Maxi sequestro di alimenti scaduti

Alimenti scaduti oppure rietichettati e presumibilmente destinati alla commercializzazione, per un totale di 500 chilogrammi, sono stati sequestrati dal Corpo forestale in due differenti ditte di Bitritto (BA) e Mesagne (BR). Le ispezioni sono state effettuate dagli uomini del Nucleo Operativo di Controllo Tutela Regolamenti Comunitari del Corpo Forestale di Bari insieme a quelli del Nipaf (Nuclei Investigativi Provinciali di Polizia Ambientale e Forestale) di Brindisi.

E’ stato inoltre denunciato il titolare della ditta di Bitritto, che si occupa di confezionamento, deposito e commercializzazione all’ingrosso e dettaglio di frutta secca.

A Mesagne è stato ispezionato uno stabilimento che si occupa di commercializzazione di prodotti alimentari vari e di importazione, stagionatura e commercio all’ingrosso di formaggi.

Gli alimenti sequestrati sono: salmone affumicato, frutta secca, olive in salamoia, formaggi, taralli, prosciutto crudo, wurstel e salumi vari. I gestori sono stati denunciati a piede libero alla magistratura. Gran parte dei prodotti erano già etichettati e sigillati e pronti per la commercializzazione, dato che sono prossime le festività di Natale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *