Mediazione civile, convegno a Matera il 3 dicembre

Conveniente ed efficace per contribuire a ridurre il contenzioso tra cittadini, aziende e tra queste e la Pubblica Amministrazione o società che erogano servizi, la ‘Mediazione’ continua a destare interesse nei diversi livelli della società civile come dimostra l’entità e la tipologia delle ‘questioni trattate’ in Basilicata. E proprio per ribadire la validità di questo utile strumento che Unioncamere Basilicata, il nuovo organismo di mediazione del sistema camerale lucano, iscritto dallo scorso aprile al n. 836 del registro tenuto dal Ministero della Giustizia, in collaborazione con il Centro Studi per l’Arbitrato e la Conciliazione (Cestar), nell’ambito delle proprie attività di promozione e divulgazione della mediazione, ha organizzato per il 3 dicembre, alle 15.30, presso la sala convegni della Camera di commercio di Matera il seminario sul tema “La mediazione delle liti civili: quale futuro? Riflessioni all’indomani della sentenza della Corte costituzionale”, che ha giudicato illegittimo solo l’aspetto della obbligatorietà per eccesso di delega legislativa e che – in attesa della sua pubblicazione con le motivazioni – ad oggi nulla toglie alla vigente normativa.

“L’obiettivo del convegno – ha detto il presidente di Unioncamere, Angelo Tortorelli – è quello di coinvolgere gli addetti ai lavori e i beneficiari finali nella diffusione della cultura della mediazione, per creare una rete in grado di far crescere la capacità dei cittadini e delle imprese nella decisione di scegliere autonomamente se accedere alla mediazione, anche senza la prevista obbligatorietà.Sarà l’occasione inoltre per offrire un momento di riflessione e di analisi sui risultati conseguiti ad oltre un anno dalla entrata in vigore della mediazione”. I lavori saranno aperti dai saluti dei presidenti di Unioncamere Basilicata, Angelo Tortorelli, e dell’Ordine degli avvocati della provincia di Matera, Nicola Rocco. Seguiranno gli interventi del prefetto di Matera, Luigi Pizzi, sul ruolo del rappresentante di Governo nella mediazione bancaria, di Federico Sisti – Responsabile Organismo di Mediazione Unioncamere Basilicata – sull’esperienza e i numeri della mediazione obbligatoria, dell’avvocato Giuseppe Tedesco sull’Organismo di mediazione degli Avvocati di Matera, del presidente del Cestar avvocato Paolo Porcari sull’impatto della sentenza della Corte Costituzionale, di Mirella Delia, magistrato presso il Tribunale di Bari sul tema “Il futuro della mediazione – opportunità e prospettive”, e del vice segretario generale di Unioncamere Roma, Tiziana Pompei, che tratterà della “mediazione: una risorsa di interesse nazionale”. Le conclusioni sono affidate al presidente del Tribunale di Matera, Giuseppe Attimonelli Petraglione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *