Michele Misseri rinuncia all’interrogatorio

Michele Misseri, il contadino di Avetrana coinvolto nell’inchiesta sull’omicidio della nipote quindicenne Sarah Scazzi, ha rinunciato all’interrogatorio che aveva chiesto lui stesso nei giorni scorsi, dopo aver ricevuto l’avviso di conclusione delle indagini preliminari. La rinuncia è stata depositata poco fa dal difensore di ufficio. Michele Misseri, che consentì il ritrovamento del cadavere della nipote la notte tra il 6 e il 7 ottobre 2010 e poi addossò le responsabilità alla figlia Sabrina, ora risponde di concorso nell’occultamento del cadavere.

Dopo la rinuncia dell’incarico da parte dei suoi legali Francesco De Cristofaro, indagato per infedele patrocinio, e Massimo Saracino per motivi personali, Misseri è assistito da un avvocato d’ufficio, Armando Amendolito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *