Mina Sassone presenta il suo progetto per Melfi

Bagno di folla per la candidato sindaco Mina Sassone ieri sera presso la sala Murano in occasione dell’incontro organizzato dalla lista del Movimento “Io Amo L’Italia – Io Amo Melfi”. Una sala gremita di Cittadini, oltre 400, interessati ad ascoltare le posizioni e le dichiarazioni dei compagni di viaggio di Mina Sassone. Gli interventi di Quaranta, Rauseo, Masserini e dell’ex Sindaco Navazio, hanno fatto luce sulle vere ragioni che hanno portato alla situazione politica attuale: commissariamento, divorzio dal PdL e il problema dell’ineleggibilità del Candidato Sindaco Valvano. Grande attenzione all’operato impeccabile del candidato sindaco Mina Sassone, nell’intervento dell’avvocato Castaldi: “Mina Sassone ha sempre operato dietro le quinte. Noi ex amministratori sappiamo bene ciò che è stata in grado di realizzare per Melfi in tutti i settori grazie alla sua professionalità e competenza, così come è bene che i cittadini sappiano, o ricordino, che nel Comune di Melfi è mancato il Dirigente dell’Area finanziaria per tre anni. E nonostante tutto gli uffici, come la città, non ne hanno risentito. Mina non è il candidato sindaco solo per la sua encomiabile preparazione, ma anche e soprattutto per il suo altruismo nel condividere conoscenze e competenze, umiltà e Spirito di Squadra. Non ha mai detto IO, ma sempre NOI”.

La Sassone conquista sempre di più consensi e simpatie tra gli elettori e lo dimostra il fatto che in questi ultimi giorni sono proprio i cittadini a sentire il bisogno di manifestare il proprio consenso rispetto alla professionalità di Mina e alla concretezza del suo programma amministrativo.

“Mina Sassone – dichiara l’ex primo cittadino Ernesto Navazio – rafforza sempre più, giorno dopo giorno il ruolo che le è stato conferito all’unanimità dalla dirigenza del Movimento che agisce nell’ottica del ‘ripartire insieme’ a tutta la cittadinanza”.

Mina Sassone, nel presentare il Presidente nazionale del movimento “Io amo l’Italia”, mette in risalto l’analogia tra le adozioni di Milano per Mina (sede dei suoi studi) e Melfi per Magdi (città simbolo della sua battaglia contro le ingiustizie e a favore del bene comune), sperando in una vittoria comune.

“In Basilicata ho lasciato il cuore e qui prometto di tornare non appena le condizioni lo permetteranno” sostiene Magdi Cristiano Allam, chiarendo inoltre il significato del nome del Movimento: “ognuno di noi nella propria individualità, proprio come il sentimento più importante dell’animo umano, porta a darsi completamente e ad agire in difesa di questo, lotta e opera per viverlo al meglio”. Magdi Allam, infine, si congeda dal pubblico dichiarandosi sicuro dei risultati elettorali dei candidati sindaco di “Io Amo l’Italia”, confidando nel buon senso di tutti i melfitani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *