Molfetta, rifiuti e sporcizia nella zona del porto

Rifiuti e sporcizia nel porto di Molfetta, nonostante la Regione Puglia investa annualmente 105 mila euro per manutenzione e pulizia affidate al Comune. La consigliera Antonella Laricchia (Movimento 5 Stelle), ha depositato nelle scorse ore un’interrogazione rivolta all’assessore ai Lavori Pubblici e ai Trasporti, Giovanni Giannini, per avviare verifiche e fare chiarezza.
“È dal 2005 che la Giunta regionale delega annualmente al Comune di Molfetta le funzioni amministrative per la manutenzione e i servizi di gestione, pulizia e spazzatura, oltre a disinfestazione di banchine, scogliere interne e specchi acquei delle aree portuali. L’ultima delega amministrativa risale al 2011 e, con proroghe accordate annualmente, è scaduta il 31/12/2015. Nonostante la scadenza, l’Amministrazione molfettese ha comunque proseguito nello svolgimento dei servizi anche in assenza di proroga da parte della Regione, cosa di per sé già assurda, ma con scarsi risultati visibili da chiunque”, ha detto Laricchia.
Dato il lungo lasso di tempo trascorso, causato da svariate comunicazioni interlocutorie e chiarimenti, non è stato possibile perfezionare l’iter istruttorio, ma il Comune di Molfetta nel biennio 2016-2017 si è comunque impegnato a svolgere i necessari servizi di manutenzione e pulizia. Il Comune ha poi provveduto a trasmettere la contabilità finale, le fatture e l’attestazione della regolare esecuzione dei lavori alla Regione che, nonostante gli scarsi risultati, ha comunque provveduto alla liquidazione di quanto dovuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *