Moria di delfini lungo la costa jonica tarantina

C’è allarme tra gli ambientalisti e gli studiosi di problematiche marine per l’insolita moria di delfini e tartarughe che si sta registrando in queste settimane lungo la costa jonica tarantina. Ieri, nel tratto di mare che va da Marina di Leporano a Campomarino di Maruggio, ci sono stati quattro spiaggiamenti di grossi cetacei con segni evidenti di sofferenza e, in un caso, di copiosa perdita ematica dalla bocca e dal forame sulla testa. I luoghi dei ritrovamenti delle carcasse sono la Baia d’argento, Marina di Leporano, Marina di Pulsano, Le Conche della marina di Lizzano e Campomarino di Maruggio.
Il responsabile del versante orientale jonico del Wwf, Francesco Di Lauro, è visibilmente preoccupato per quanto sta succedendo. “Quattro delfini spiaggiati in un tratto di costa così breve e in un solo giorno, sono davvero troppi; qualcuno dovrebbe darci delle risposte”, ha detto. Tra le possibili cause non naturali di morte Di Lauro ipotizza il disorientamento oppure un morbo dell’apparato respiratorio che colpisce i delfini quando sono particolarmente debilitati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *