Mozione dei consiglieri regionali pugliesi sulla valorizzazione dell’aeroporto di Grottaglie

“Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e l’intera giunta regionale si impegnino a valorizzare l’aeroporto ‘Marcello Arlotta’ di Grottaglie, predisponendolo ai voli civili”. E’ uno stralcio della mozione presentata ieri, nel corso della seduta del Consiglio regionale pugliesi, dai consiglieri regionali Gianni Liviano, Donato Pentassuglia, Renato Perrini, Francesca Franzoso, Giuseppe Turco, Luigi Morgante, Michele Mazzarano e Marco Galante. Il documento è stato altresì condiviso anche dai consiglieri regionali Zinni, Vizzino, Pendinelli, Cera, Stea e Pisicchio.
Una richiesta trasversale che vede insieme consiglieri di maggioranza e opposizione, e che nasce dopo le recenti dichiarazioni del presidente Emiliano, fatte durante un incontro con le associazioni di cittadini pro aeroporto, secondo cui l’Arlotta non è solo un aeroporto industriale, che deve essere abilitato a svolgere tutte le funzioni per le quali è stato reato, e che l’ente Aeroporti di Puglia deve utilizzare i quattro aeroporti in condizioni di parità”.
La Regione Puglia, per la cronaca, è il maggior azionista della stessa Aeroporti di Puglia, e la pista dell’aeroporto di Grottaglie, con i suoi 3200 metri, è tra le più lunghe d’Italia. Nella mozione, i consiglieri fanno notare che il sistema aeroportuale pugliese ha movimentato nel 2013 quasi 5 milioni 400mila passeggeri offrendo mediamente 385 collegamenti di linea a settimana a partire dagli aeroporti di Bari e di Brindisi di cui 85 internazionali e 300 nazionali oltre a numerosi charter stagionali.
“Di questi passeggeri, una parte consistente proviene dalla provincia di Taranto e zone limitrofe”, concludono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *