Muore dopo la caduta dal letto dell’ospedale

Pantaleo Candelieri, questo il nome del 64enne ex maresciallo dell’esercito, morto il 29 giugno scorso, dopo essere caduto dal letto del reparto di medicina generale dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, in cui era ricoverato. I famigliari hanno sporto querela attraverso l’avvocato Giuseppe Gabrieli Tommasi. Il pubblico ministero Francesca Miglietta ha iscritto nel registro degli indagati con l´accusa di omicidio colposo i medici dei reparti in cui è stato ricoverato l´anziano, quelli di cardiologia e di medicina generale.

Candelieri si trovava ricoverato da tempo al “Vito Fazzi” per alcuni problemi di salute legati al diabete. Nel corso del cambio di turno fra una figlia e l’altra, l’anziano è caduto dal letto, procurandosi una profonda ferita alla testa. Subito dopo, è stato sottoposto ad una Tac, che aveva escluso la presenza di lesioni interne o di altre di particolari gravità. Nelle ore successive, però, le condizioni dell´uomo si sono aggravate e in poche ore è passato dal coma alla morte. I famigliari vogliono chiarimenti sulle circostanze in cui è avvenuta la caduta dell’uomo e  sulle cure che sarebbero state somministrate all’anziano. Venerdì mattina il pm conferirà l´incarico al medico legale Roberto Vaglio, che effettuerà l’autopsia.

Mariateresa Cotugno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *