Murgia-Pollino, il sottosegretario Ferrante risponde a Mattia

In riferimento agli interventi sull’itinerario stradale Murgia – Pollino, al momento “è in corso la Verifica archeologica preventiva del tratto Gioia del Colle – Matera e il progetto sarà trasmesso a breve al ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica per l’avvio del procedimento di Via. Anche per il tratto Matera – Ferrandina – Pisticci, il cui progetto di fattibilità tecnica ed economica è sviluppato unitamente all’intervento Gioia del Colle- Matera, è in corso la Verifica archeologica preventiva ed è stata avviata la Valutazione di impatto sulla sicurezza stradale, sulla quale il Mit ha espresso parere finale con esito positivo. Anche questo progetto sarà trasmesso a breve al Mase per l’avvio del procedimento di Via”. Lo ha annunciato il sottosegretario alle Infrastrutture,Tullio Ferrante, rispondendo all’interrogazione del capogruppo di Fratelli d’Italia in Commissione Ambiente, Territorio, Infrastrutture e Lavori pubblici, Aldo Mattia, “ Sono previsti interventi di manutenzione straordinaria nel tratto della statale 7, dalla galleria di Pomarico all’intersezione con la provinciale 380 – ha aggiunto il sottosegretario – lavori per 22 milioni di euro completamente finanziati, la cui progettazione esecutiva è in corso e la previsione di appalto è prevista entro l’anno. Infine sono in corso attività preliminari per lo sviluppo della fattibilità tecnica ed economica della statale 7, dalla interconnessione con la provinciale 3, svincolo Metaponto, all’innesto con la Basentana. La previsione di appalto è prevista entro il 2025 e l’intervento si svilupperà in continuità con il previsto by-pass di Matera con l’obiettivo di incrementare il livello di sicurezza dell’infrastruttura”. Per il deputato di Fratelli d’Italia, Mattia, “con la risposta all’interrogazione sui tempi di realizzazione della Murgia Pollino, con specifico riferimento al tratto della statale 7 Appia che collega Matera alla Basentana all’altezza di Ferrandina sono stati chiariti gli attuali stati di avanzamento e i futuri passaggi. Infatti anche per ragioni di sicurezza le due corsie di marcia per carreggiata e lo spartitraffico centrale sono oggi più che mai irrinunciabili e per questo continuerò – ha concluso il deputato – a seguire i procedimenti in corso per avere quanto prima l’appalto dei lavori dell’intera tratta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *