Nasce nel Polo Bibliotecario di Potenza Il giardino di Isabella: Oggi alle ore 11.30, inaugurazione con un incontro in diretta sulla pagina Facebook

Nasce nel Polo Bibliotecario di Potenza Il giardino di Isabella, si inaugurerà lunedì 8 marzo alle ore 11.30 con un incontro in diretta sulla pagina Facebook del Polo Bibliotecario di Potenza: https://www.facebook.com/polobibliotecariopotenza, la collaborazione tra lo Zonta International Club di Potenza e il nuovo istituto culturale del capoluogo, con la prima iniziativa del progetto: Il giardino di Isabella.

Il progetto prevede una serie di incontri finalizzati alla divulgazione delle opere delle scrittrici lucane nel quadro più ampio della letteratura nazionale e internazionale.

Nel primo incontro sarà inaugurata la bacheca appositamente allestita in una delle sale del Polo Bibliotecario, secondo le indicazioni del progetto proposto dallo Zonta Club Potenza, con numerose opere di scrittrici, in gran parte lucane.

Sarà inoltre presentato il simbolo del progetto: un bell’esemplare di papavero (tratto dall’erbario del botanico potentino Orazio Gavioli conservato presso la Biblioteca Nazionale) che segnalerà sugli scaffali la presenza di testi scritti da donne e inviterà i lettori a consultarli, realizzando, dunque, simbolicamente, il giardino di Isabella.

Isabella Morra, poetessa e vittima di femminicidio, può considerarsi la madre delle scrittrici lucane e loro fonte ispiratrice, sia per la consapevolezza dell’identità femminile e delle sue difficili relazioni con il mondo, sia per l’originalità della scrittura.

Dopo i saluti di Anna Maria Pilogallo, Direttore del Polo Bibliotecario di Potenza, sono previsti gli interventi di Donatella Cutro, Presidente Zonta International Club Potenza, che illustrerà il progetto, Lorenza Colicigno, Vice Presidente, che riferirà su Isabella Morra e le “scrittrici madri” lucane e ricostruirà il profilo della scrittrice tursitana Carmela Ayr, e Dina Russiello, già Presidente, che parlerà della scrittrice Marcella Continanza, originaria di Roccanova, scomparsa nel 2020.

I testi presenti in questo simbolico giardino appartengono al patrimonio librario del Polo Bibliotecario (in cui sono confluite la Biblioteca Nazionale e la Biblioteca Provinciale di Potenza) e sono disponibili su prenotazione per la consultazione e (in alcuni casi) anche per il prestito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *