Natale ancora al lavoro per risolvere il caso Scazzi

Sono due le persone in carcere per il delitto di Sarah Scazzi, ma il movente e l’ora precisa del decesso sono ancora da accertare. Dopo aver sentito nei giorni scorsi i fratelli di Michele Misseri, sono tornati in procura, come persone informate sui fatti, anche il padre ed il fratello di Sarah. Giacomo Scazzi, il padre di Sarah era ad avetrana quel 26 agosto, mente Claudio, il fratello no. Per cui seppur non divulgati i contenuti dell’incontro in procura, è probabile che si sia cercato di ricostruire nuovamente i movimenti e gli orari della famiglia Scazzi prima del probabile arrivo di Sarah a casa di Sabrina, di contro a Claudio forse, qualche dettaglio in più sul rapporto tra le due ragazze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *