Nel Policlinico di Bari il convegno L’inibitore in emofilia:qualità della vita, aspetti sociali e clinici

A Bari, si tiene oggi  14 Novembre presso  l’ Aula Magna “G. De Benedictis”  del Policlinico di Bari dalle h. 9.30, il convegno  L ‘inibitore in emofilia: qualità della vita, aspetti sociali e clinici” organizzato da Elleventi  in collaborazione con Fedemo (Federazione delle Associazioni Emofilici) La presenza di anticorpi contri i fattori VIII e IX della coagulazione (inibitore) rappresenta la maggiore complicanza per i pazienti affetti da emofilia congenita.
Circa il 30% dei pazienti affetti da emofilia di tipo A e circa il 5% di quelli affetti da emofilia di tipo B manifestano una presenza dell’inibitore.
Nonostante i notevoli progressi registrati nel trattamento dell’emofilia, l’inibitore resta ancora un problema molto significativo, ostacolando sensibilmente l’efficacia delle terapie e limitando di fatto in maniera anche molto rilevante la qualita’ della vita dei pazienti che ne vengono colpiti. Tuttavia, il management del paziente con inibitore e’ anche uno dei fronti di maggior studio e piu’ rapido aggiornamento, tanto riguardo agli aspetti clinici che a quelli generali del benessere dei soggetti affetti.

Nel Convegno ci si propone di esplorare lo stato dell’arte di tale complessa gestione, dall’iniziale fase di previsione genetica della possibile comparsa di anticorpi, a quella del trattamento clinico dei pazienti pediatrici e adulti, fino all’approccio diagnostico, fisioterapico e ortopedico (anche chirurgico), per quei pazienti che a causa dei frequenti emartri indotti dall’inibitore richiedano l’intervento di figure specialistiche. Il Convegno, che si svolgera’ nell’arco di una giornata, prevede interventi di clinici esperti nel trattamento dell’emofilia e altre malattie emorragiche congenite e di specialisti delle complicanze in area ortopedica e riabilitativa. Quest’ultima parte prevede un diretto coinvolgimento di alcuni pazienti che dialogheranno con i clinici esponendo la propria esperienza e confrontando le proprie percezioni e aspettative con quelle degli specialisti.

Il Convegno e’ indirizzato a medici, biologi, fisioterapisti e infermieri. La partecipazione e’ altresi’ offerta ai rappresentanti di tutte le Associazioni nazionali dei pazienti emofilici e ai loro famigliari.

 

n allegato il Comunicato Stampa “L ‘inibitore in emofilia: qualità della vita, aspetti sociali e clinici” il Convegno organizzato da Elleventi  in collaborazione con Fedemo (Federazione delle Associazioni Emofilici) che  si tiene oggi  14 Novembre presso  l’ Aula Magna “G. De Benedictis”  del Policlinico di Bari dalle ore 9:30.

Per ulteriori informazioni : http://www.elleventi.it/eventi/2015/bari2015-2/ 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *