Nemoli, Pittella alla presentazione del libro di Celeste Pansardi

“I borghi hanno un ruolo strategico di indubbio valore nel Sud e nell’Europa, per questo come Regione stiamo investendo da tempo nelle aree interne”. Lo ha detto il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, intervenendo ieri pomeriggio a Nemoli, presso la sala polifunzionale, alla presentazione del nuovo libro “Atmosfere e luci di antichi borghi” scritto dalla storica originaria di Lauria, Celeste Pansardi.
“Proviamo a collocare – ha aggiunto Pittella – la funzione dei nostri borghi non perimetrata in un angusto luogo, ma nella valorizzazione delle tradizioni in cui si gioca una funzione servente nel Sud Italia, nell’Europa e nel mondo. La Basilicata deve esprimere la propria vocazione attraverso la cultura e la valorizzazione dell’ambiente e della sua storia, utilizzando al meglio la posizione strategica che ha. Bisogna far comprendere ai nostri concittadini che la Basilicata può rivestire realmente un ruolo di regione-cerniera all’interno di un Mezzogiorno chiamato a fare da “ponte” tra il Mediterraneo e il Nord dell’Europa. Il libro di Celeste Pansardi racconta sapientemente uno spaccato di tradizioni da valorizzare.
Ho provato a dire qualche giorno fa al premier Gentiloni e al ministro De Vincenti – ha continuato Pittella – che possiamo essere una piattaforma logistica nel Mediterraneo, specie all’indomani del raddoppio del canale di Suez, destinato ad assorbire in futuro buona parte dei traffici delle grandi navi che attualmente utilizzano il canale di Panama. Per essere piattaforma logistica possiamo (e dobbiamo) investire come Regioni del Sud sui porti di Taranto e di Salerno. Ma perché questa possibilità si realizzi, serve un governo che abbia una visione, come quella espressa da Gentiloni a Matera, nella consapevolezza che il Mezzogiorno e il Mediterraneo hanno, rispetto al resto del Paese, maggiori potenzialità di crescita”.
Dopo aver ricordato lo sforzo che si sta compiendo per investire nelle aree interne, nell’ambito di un disegno strategico volto a garantire uno sviluppo diffuso, puntando su turismo e agroalimentare, il presidente della Regione ha ricordato che in questi ultimi anni, grazie soprattutto a Matera 2019, stanno arrivando in Basilicata milioni di turisti da tutto il mondo. E noi – ha sottolineato – riusciamo a catalizzare una attenzione straordinaria da parte del grande pubblico, non solo italiano, grazie a campagne di marketing e comunicazione mai attuate in precedenza, come dimostra l’accordo sottoscritto con la Rai, per l’evento in mondovisione legato al Capodanno.
Pittella si è impegnato infine a finanziare il recupero di Palazzo Filizzola, così come è già avvenuto per il grande attrattore sul lago Sirino, lanciando l’idea di creare un “albergo diffuso” nei borghi della zona.
“A chi lamentava tempo fa che da noi ci sono pochi hotel a cinque stelle – ha concluso il presidente della Regione – ho detto che noi queste grandi strutture non le vogliamo nemmeno. Siamo la terra della sobrietà e della resilienza. Dobbiamo puntare sulle nostre vocazioni, per diventare la terra dell’accoglienza e dell’interculturalità. Io amo i piccoli centri e voglio mantenere le peculiarità di cui essi si nutrono, con l’ambizione di contaminare la realtà globalizzata”.
Edito da Dibuono Edizioni di Villa D’Agri, il libro di Celeste Pansardi è ambientato nella Valle del Noce di oltre duecento anni fa e nasce da un lungo lavoro di riordino e di riflessione sul materiale dell’archivio familiare proveniente da palazzo Filizzola di Nemoli.
Documenti risalenti alla fine del ‘700, l’apporto visivo e speculare di indizi iconografici quali immagini, foto, giornali, manifesti d’epoca, consentono di rivivere la vita che si conduceva nel borgo di Nemoli e nell’intera Valle del Noce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *