Non disturbare il manovratore

Non si riesce a comprendere di quali provocazioni l’Assessore alla Pubblica Istruzione, direi “distruzione”, del Comune di Venosa stia parlando.

Con un emendamento presentato in Consiglio Regionale ho fatto rilevare che il Piano di dimensionamento scolastico contiene una illegittimità ed una illegalità rispetto alla norma dove è previsto che nell’ambito del dimensionamento non si può superare il numero di alunni compreso tra i 500 ed i 1000. Un comprensorio fatto da 1408 alunni e da un collegio dei docenti di 163 unità, deve spiegare l’Assessore a quale norma fa riferimento.

Questo è il fatto!

In quanto alle considerazioni politiche è lo stesso Assessore che riferisce di non aver trovato udienza, pur avendo sollecitato diversi Comuni viciniori, è una affermazione questa di isolamento politico da tutto il contesto territoriale. A nulla valgono tutte le altre motivazioni o scusanti addotte nella dichiarazione perché un Comune lo si può vivere anche per 25 ore al giorno, per 8 giorni alla settimana e per 13 mesi all’anno, ma se non si fanno gli interessi di quel Comune , facendo valere le norme scritte, credo che il tempo passato in quel Comune serva ad altro. Del resto l’unica dichiarazione che condivido dell’ottimo Assessore Visaggio è quella che quando si lavora insieme si possono raggiungere obiettivi non solo prestigiosi ma anche ambiziosi e, non venga presa come una ulteriore provocazione, ma sino ad ora tale disponibilità è stata data solo dal sottoscritto, ma la stessa è rimasta una voce isolata nel deserto.

Francesco Mollica – Consigliere Regionale del MPA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *