Nuove mareggiate danneggiano la costa pugliese

Le mareggiate colpiscono ancora la Puglia. Due stabilimenti balneari sono stati spazzati via dalle onde, i litorali – soprattutto sul versante adriatico – devastati dalle mareggiate: da San Cataldo agli Alimini, un vero e proprio inferno per gli operatori balneari che, seppur la stagione turistica ormai sia finita, fanno la conta dei danni ed attaccano le istituzioni.

“Siamo stati lasciati soli ancora una volta, la prossima mareggiata spazzerà via tutto in modo definitivo”, spiegano gli operatori turistici.

Agli Alimini, una delle zone di Otranto più frequentate del Salento, le mareggiate di queste ore hanno cancellato i lidi “Acquachiara” e “Tropea”. Le cabine e le infrastrutture dei due stabilimenti balneari sono state trascinate nel mare, travolte dalle onde.

I titolari accusano: “Il Comune di Otranto aveva annunciato un piano per salvaguardare la costa, ma nulla è avvenuto”. Gli Alimini quest’estate, a causa dell’erosione provocata dalle mareggiate, hanno avuto un sostanzioso calo delle presenze turistiche. Nel porto di Otranto danni anche ad alcune barche. Il vento e le onde, comunque, hanno provocato danni anche a San Foca, San Cataldo e nelle altre marine leccesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *